Come facilitare la comprensione di un testo? Da Kjuicer uno strumento che aiuta gli studenti (e non solo loro)

In evidenza

Redazione i404
i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.

Tempo di lettura stimato: 3 minuti1 studente su 4 non ha le competenze minime di analisi e comprensione di un testo nella lingua madre. Il Rapporto Ocse Pisa (dati 2018) svela una realtà che è sotto gli occhi di tutti.
Da un lato c’è chi accusa la scuola di non fare il suo dovere: la didattica a distanza ha fatto emergere tutte le lacune del nostro sistema scolastico. Mentre dall’altro dobbiamo tenere conto di tutta una serie di difficoltà reali che alcuni ragazzi potrebbero avere. Disturbi di cui spesso non si parla per reticenza e tabù, ma che per fortuna oggi conosciamo bene, diagnostichiamo tempestivamente e affrontiamo con gli strumenti più adeguati.

L’importanza dell’educazione e dell’istruzione per formare oggi gli adulti di domani

Garantire educazione e istruzione a ogni ragazzo e ragazza è fondamentale, come ribadito anche dall’obiettivo 4 dell’Agenda 2030 (Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti). 57 milioni di bambini sono esclusi dalla scuola primaria (soprattutto in Africa subsahariana), mentre nel mondo 103 milioni di giovani non hanno capacità di base in lettura e scrittura (60% donne).
Studiare, imparare a scrivere, a leggere e a comprendere quanto letto è fondamentale, per porre le basi per un futuro migliori.

Oggi più che mai bisogna investire sulla scuola, ma anche su aiuti che possono essere utilizzati nel caso le difficoltà di comprensione siano legate a particolari disturbi dell’apprendimento o ad altri fattori altrimenti non superabili. Per avere un approccio allo studio più semplice e intuitivo.

leggere un libro

Foto di Dmitry Ratushny su Unsplash

Come rendere più semplice la lettura di un testo

Kjuicer è una startup che fin dalla sua nascita si è posta questa domanda. Giampaolo Ferradini, uno dei fondatori, ai tempi dell’Università si chiedeva come fosse possibile leggere e studiare tutti quei libri che i professori assegnavano per ogni esame. Doveva esserci un modo più efficiente, veloce, semplice per evitare la frustrazione provata di fronte a tutte quelle informazioni. Questa domanda lo ha accompagnato per tutta la vita. Fino a quando, insieme a Francesco Frassinelli, ha messo a punto uno strumento in grado di risolvere un problema che non riguarda solo gli studenti, ma anche i professionisti o chiunque debba comprendere uno scritto molto lungo e magari tecnico.

È nato così uno strumento di curation in grado di evidenziare in modo intelligente e rapido i contenuti utili, per crearsi un set informativo personalizzato. Il lettore può sottolineare in maniera gerarchica le parole chiave, ottenendo dei riassunti multipli (uno più approfondito, uno più superficiale e uno magari utile a ripassare solo) più facili da memorizzare e da “navigare”, per poter passare velocemente da un punto all’altro.

Libri di 250 pagine possono essere riassunti in 6, rendendo la lettura trasversale, perché con un clic si può accedere a una vera e propria mappa che, ripercorrendo a ritroso il percorso fatto in fase di evidenziazione, riporta allo scritto originale. Così da ritrovarsi subito e non perdersi mai. Memorizzando le nozioni più utili per comprenderne il significato. Uno studente può risparmiare dal 30% al 50% del tempo solitamente impiegato per studiare, come emerso da un test condotto.

libri
Foto di Ava Sol su Unsplash

Lo strumento è collaborativo e aperto a tutti

Chiunque può contribuire a snellire le informazioni di ogni testo, creando riassunti e sottolineature che tutti o gruppi selezionati possono utilizzare per studiare. O possono arricchire con nuove aggiunte. L’autore potrà così avere sempre a portata di mano quello che ha evidenziato, mettendolo a disposizione di chi potrebbe averne bisogno. I contenuti vengono così semplificati per ogni lettore, per capire meglio il messaggio e studiare con maggiore facilità e rapidità.

Le potenzialità di uno strumento del genere sono moltissime. Si possono aiutare i ragazzi a scuola, in particolare chi soffre di disturbi dell’apprendimento, per una didattica finalmente personalizzata, ma anche professionisti che devono approfondire un documento importante di molte pagine o un giornalista che deve riassumere un decreto infinito, ma anche persone comuni che si trovano di fronte contratti o informative sulla privacy o sulle condizioni d’uso. Lo strumento potrebbe anche essere utile per dare sostegno concreto agli anziani per migliorare le capacità cognitive, lavorando su concentrazione e attenzione.

Organizzare le informazioni per capire quello che si legge

Il punto chiave è questo. Essere capaci di comprendere uno scritto partendo da un’organizzazione delle informazioni, avendo a disposizione una mappa in grado di aiutarci a compiere collegamenti tra argomenti e non perdersi nella marea di informazioni che potremmo dover affrontare. Una piccola rivoluzione utile a tutti, per rendere più veloce il processo di apprendimento e di comprensione. Per leggere e capire con maggiore efficacia ogni testo possibile e immaginabile.

logo kjuicer

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome