Attenzione alle persone e al pianeta: Vezua promuove la sostenibilità ambientale, economica e sociale

In evidenza

Redazione i404
i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.

Tempo di lettura stimato: 3 minutiIl mondo ha bisogno di sostenibilità. Un concetto del quale ognuno di noi dovrebbe comprendere ogni sfumatura, perché si fonda su diversi principi. Non solo sostenibilità ambientale, ma anche sociale ed economica. Per garantire a ogni persona su questa Terra pari opportunità. E la possibilità di condurre una vita dignitosa, in un mondo sano.

Eppure ancora oggi ci sono tanti, troppi individui che sono in condizioni di povertà estrema, che muoiono di fame, che non hanno accesso a diritti basilari. Famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà, con meno di 1,25 dollari al giorno. Persone a cui è stato negato tutto, anche la possibilità di riscattarsi attraverso il lavoro, l’unica via per potersi salvare in un mondo di ingiustizie e disuguaglianze.

Il cambiamento inizia da noi

Quando ci chiediamo cosa possiamo fare noi nel concreto per poter aiutare il mondo a essere un po’ più equo, non ci soffermiamo quasi mai a pensare che basta modificare anche una piccola abitudine per innescare un processo in grado di creare, passo dopo passo, sviluppo sostenibile.
A partire dai nostri consumi quotidiani, che potrebbero aiutare ad abbandonare un sistema che non ha più ragione di esistere, perché crea troppe disparità. Tra cittadini di serie A e  di serie B, persone che vedono i loro diritti calpestati quotidianamente, quando si parla di accesso alle risorse economiche, ai servizi di base, alla proprietà, al controllo sulla terra, alle risorse naturali, alle nuove tecnologie. Per combattere la povertà si deve partire anche da qui, come ricordato dai traguardi dell’obiettivo 1 dell’Agenda 2030 e anche da altri goal dello stesso documento firmato nel 2015 dai paesi membri dell’Onu. E si deve anche partire da quello che ognuno di noi nel suo piccolo può fare.

«Il battito d’ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo» (cit. The Butterfly Effect).

consumo responsabile
Foto di Eyoel Kahssay su Unsplash

Il portale dell’ecosostenibilità per promuovere il commercio locale

Ti chiedi mai chi c’è dietro gli acquisti che fai, offline e online? E da dove arrivano i prodotti che hai deciso di acquistare? Il quesito dovrebbe essere tra i primi che ci poniamo, ogni giorno, per comprendere quanto le nostre scelte sono sostenibili.

Semplici domande che sono alla base di un progetto lodevole, la creazione del primo marketplace globale sostenibile. Vezua è una splendida realtà che consente di sostenere il commercio locale, basandosi su un approccio green e creando valore sociale e ambientale. Sul portale, infatti, si possono sostenere realtà e professionisti, che come core business hanno abbracciato gli obiettivi dell’Agenda 2030 dedicati a uno sviluppo sostenibile. L’utente che sceglie di acquistare sul sito viene indirizzato verso i prodotti e i servizi desiderati in maniera tale da mettere in evidenza le realtà più vicine, così da incentivare gli acquisti locali. Mentre ai professionisti vengono forniti tutti gli strumenti utili per poter crescere e far conoscere il proprio lavoro a livello globale.

Produzione sostenibile, da un lato, e consumo consapevole, dall’altro

Come ci hanno raccontato i due fondatori Giulia Faleri e Francesco Salvi, di Vezua Eco-Marketplace, l’idea è nata quando è emerso che sempre più persone cercavano prodotti sostenibili. Ma era difficile trovarli in un unico posto. E allo stesso tempo le aziende produttrici sostenibili avevano difficoltà a farsi notare, perché solo con i propri e-commerce era complicato trovare visibilità.
Il marketplace è nato come punto di incontro tra chi cerca prodotti green e chi li offre, all’interno di un’unica piattaforma.

Al momento ci sono circa 35 aziende, alcune anche molto conosciute nel settore della sostenibilità. Ma ci sono anche molti piccoli produttori, che, con dopo l’iscrizione, possono creare il loro negozio online e vendere direttamente le loro produzioni.

I clienti, spesso consumatori già consapevoli, possono trovare tantissime tipologie di merce, dalla tecnologia all’abbigliamento, passando per il food e anche per il design. Il marketplace rappresenta anche uno strumento per attrarre sempre più persone che possono scoprire come fare la differenza anche quando fanno i loro acquisti, grazie alla diversificazione della propria offerta online.

Di fatto la mission è migliorare la qualità di vita delle persone. Non solo creando contatti, facendo rete, promuovendo una produzione e un consumo più sostenibili, ma anche cercando di ristabilire il rapporto tra esseri umani e ambiente secondo una lettura moderna e innovativa. Nella quale la tecnologia e la scienza giocano un ruolo fondamentale.

persone e pianeta al centro

Persone e pianeta al centro

Il valore aggiunto che una start up come Vezua può trasmettere è sicuramente l’attenzione per le persone, ma anche per l’ambiente. Perché l’umanità ha bisogno di un pianeta in salute per vivere bene. E il pianeta ha bisogno di un’umanità consapevole che sia in grado di compiere le scelte migliori per garantirne la sopravvivenza. Vendendo e acquistando dal portale, il gruppo garantisce un futuro verde a tutti noi.

Con parte dei ricavi del marketplace, Vezua acquista dei terreni (il primo si trova in Toscana), in cui vengono creati ecosistemi di foreste in collaborazione con varie realtà del territorio (forestale, vivaisti, esperti botanici). I terreni vengono acquistati per tutelarli, avendone il pieno controllo e garantendo che non vengano alterati o usati per altri scopi. E si possono anche visitare gratuitamente. Un mondo più verde è un mondo in cui c’è più ossigeno e meno CO2, l’inquinamento diminuisce, il suolo è protetto, le acque sono più pure, la biodiversità è garantita, il clima è più mite, la salute dell’uomo migliora.

ecosistema di foreste Vezua
Il terreno acquistato in Toscana

Prendersi cura del pianeta aiuta anche a contrastare tutte le conseguenze che i cambiamenti climatici comportano e che spesso provocano ancora più povertà nelle regioni del mondo più vulnerabili. E di riflesso aiuta a prendersi cura delle persone che fino  a oggi sono state lasciate ai margini e che hanno tutto il diritto di emergere e vivere una vita degna di questo nome.

vezua

- Pubblicità -spot_imgspot_img