Paura di invecchiare, paura di non aver vissuto. La sindrome di Dorian Gray si vince abbracciando la vita

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Paura di invecchiare.
Paura di non aver vissuto per niente.
Le prime rughe mettono in allarme.
I primi capelli bianchi diventano fonte di ansia e stress.
La sindrome di Dorian Gray o gerascofobia si può vincere solo in un modo.
Abbracciando la vita. E godendo di ogni singolo attimo.

Cos’è la Sindrome di Dorian Gray.

Sindrome di Dorian Gray e voglia di rimanere giovani per sempre. Riguarda solitamente i più giovani.
Proprio come il personaggio del romanzo Il ritratto di Dorian Gray scritto nel 1890-1891 da Oscar Wilde.
Dorian Gray è un giovane uomo, bellissimo con tutta la vita davanti. La sprecherà, la venderà, la baratterà cedendo la sua anima per non invecchiare mai più, rimanendo per sempre giovane. Un’esistenza dissoluta e amorale per l’epoca in cui è ambientato il romanzo, un’esistenza rovinata per inseguire un sogno di eterna giovinezza che lo porterà alla distruzione totale.
Mentre il suo ritratto invecchia e lui no, la sua anima diventa sempre più nera. Lui rimane giovane e bello, ma solo esternamente. Perché nel cuore ha innescato un percorso di degenerazione che lo porterà a maledirsi per quello che ha fatto.

Cos’è la gerascofobia.

Con il termine più scientifico di gerascofobia si indica proprio questa paura di invecchiare ben spiegata dal romanzo di Dorian Gray.
La paura di invecchiare è fisiologica. E di solito fa la sua comparsa intorno ai 30-40 anni. Quando il corpo comincia a modificarsi. Ma è una paura normale, che ci permette comunque di continuare a vivere. Accettiamo quello che accade.
Tutti pensando alla nostra vecchiaia abbiamo domande, dubbi, paure. Il problema nasce quando questa normale paura del futuro e di come diventeremo diventa fobia. Quando diventa patologica. E infatti la gerascofobia è tra le fobie più diffuse nel nostro secolo.
Una fobia che porta a prendere decisioni prese per cercare di rallentare il naturale processo di invecchiamento. Si nasce, si vive, si muore. Invecchiando, si spera. Ma chi soffre di gerascofobia (di solito colpisce chi ha 40-50 anni) non riesce ad accettare il tempo che passa. E allora cerca, come Dorian Gray, di fare tutto quello che è in suo potere per allontanare quei segni che indicano che la vita sta facendo il suo naturale corso.
In particolare ci si rivolge alla chirurgia estetica per poter dare vita a un vero e proprio culto della bellezza fisica e dell’eterna giovinezza che in casi eccezionali può portare all’esagerazione.

Le conseguenze della ricerca dell’eterna giovinezza.

La paura di invecchiare può nascondere altri timori e portare a conseguenze maggiori.
Può nascondere la paura di non aver vissuto una vita piena.
La paura di non sapere cosa succederà nel futuro.
E anche la paura di morire.
Il timore di non essere in grado di affrontare il naturale corso della propria esistenza.
La paura di non riconoscersi più davanti a quello specchio che, non come nel caso del ritratto di Dorian Gray, rimanda un’immagine che è lontana da quella che abbiamo fissa nella nostra mente.

Tutte queste paure ci trattengono nella vita. Non ci permettono di vivere pienamente. Scatenando un circolo vizioso che da un lato ci spinge a cercare di rimanere giovani per sempre, mentre dall’altra parte ci stacca dalla realtà. Non godendo pienamente della vita che abbiamo a disposizione oggi. Proiettati sempre in un futuro che decidiamo di voler controllare a tutti i costi.
Un distacco dal presente, una nostalgia del passato, un timore per un futuro prossimo o più lontano che non accettiamo.
Una non accettazione di chi siamo e di chi diventeremo.
Una manifestazione di disagio emotivo che si rispecchia in un rapporto non equilibrato con il proprio corpo. Amarsi è difficile. Amare il proprio corpo lo è ancora di più.
La paura di invecchiare può diventare un’ossessione, soprattutto nei soggetti che soffrono di scarsa autostima. E che non si amano.

Come si sconfigge la paura di invecchiare.

Gli esperti consigliano di non esasperare questa ricerca di giovinezza perenne. Fare sport, mangiare sano, cercare di mantenersi attivi a ogni età è fondamentale, per preservare la salute del nostro organismo. Accettando però gli anni che passano. E abbracciando la vita giorno dopo giorno.
Ed è questo proprio il segreto, il cosiddetto elisir di giovinezza.
Vivere pienamente ogni giorno.
Accettare il tempo che passa.
Considerare ogni ruga il segno tangibile di una vita vissuta pienamente.
Così come dovremmo considerare ogni capello bianco il segnale di tante cose importanti fatte nel corso della vita.

Perché da quando veniamo al mondo sappiamo che la vita ha un inizio e una fine. L’importante è sapere come vivere tra quei due punti fondamentali.
Accogliendo ogni giorno trascorso su questa terra come un dono. Da apprezzare, da condividere, da conservare gelosamente.
Capendo che il passare del tempo non vuol dire perdere qualcosa. Ma accumulare momenti preziosi che determineranno chi siamo stati, chi siamo e chi saremo.
Sono tasselli fondamentali della vita di ognuno di noi.

Non onorare la vecchiaia, è demolire la casa dove ci si deve addormentare la sera.
(Alphonse Karr)

 

Articolo scritto da Patrizia Chimera. Scatti artistici a cura di Alessia Cocca.

Altro dall’autore:

About Author

Alessia Cocca

Fotografa, artista e persona caotica.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Coprifuoco e serrate: decidono le Regioni. La svolta del governo - Il Messaggero-Temptation Island, Nunzia e Speranza fanno squadra e smascherano i tradimenti di Alberto - Leggo.it-LA CONFERMA DI BEPPE E IL ROCCO CONTRO TUTTI. MA LA FIORENTINA BALBETTA CALCIO E RISCHIA DI NUOVO... - Firenze Viola-Stragi '92: ergastolo al boss mafioso Matteo Messina Denaro - Agenzia ANSA-Dinamo Kiev-Juve, le pagelle: Morata superbo (8), Dybala non è pronto (5,5) - La Gazzetta dello Sport-Juve, è tornato mister Champions: Morata è il perfetto vice-Ronaldo. E quando torna? - Calciomercato.com-Covid, Speranza: "Il lockdown generale non è certo, evitate gli spostamenti inutili" - TGCOM-Peter Madsen, l’inventore danese condannato per l’omicidio della giornalista Kim Wall, è riuscito a scappare di prigione ma è stato catturato - Il Post-Livorno, sassaiola contro forze di polizia durante controlli anti Covid - Corriere della Sera-Striscia la Notizia, "come è arrivata in tv Elisabetta Gregoraci": una bomba atomica sull'ex di Briatore - Liberoquotidiano.it
Top