Un virus ci obbliga a stare a casa. I libri ci permettono di ritrovare la libertà perduta

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Il coronavirus e l’epidemia che anche in Italia miete le sue vittime ci costringono a rimanere a casa.
Le nostre libertà vengono limitate, per permettere di combattere il mostro invisibile.
Siamo costretti a rimanere a casa, filtrando da una finestra quello che accade nel mondo.
Abbiamo sempre la stessa visuale. La stessa vista. Non cambia e chissà per quanto rimarrà così.
Mai come oggi i libri diventano la nostra libertà. Quella che una malattia ci ha negato. E che pagina dopo pagina possiamo riassaporare.

I libri oggi ci aiutano a ritrovare la libertà perduta. Che riconquisteremo. Intanto voliamo con la fantasia. Per non perdere la voglia di stupirci, di meravigliarci, di amare il bello che c’è nel mondo. In attesa di poterlo ritoccare finalmente con mano.

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.
(Fabrizio Caramagna)

Leggere libri per evadere da soli.

Siamo fermi. Tutto è il mondo si sta fermando.
Stiamo rallentando. Andavamo troppo di corsa.
E questo virus ci ha insegnato che la Terra può continuare ad andare avanti senza di noi.
Spingendoci a riformulare le nostre vite.
Siamo fermi, ma non dobbiamo rimanere fermi.
La nostra mente può continuare a volare. Anche se siamo chiusi dentro quattro mura domestiche che oggi più che mai ci appaiono piccole. Costretti a ripensare le nostre giornate che non sono più una rincorsa tra impegni di lavoro, di famiglia, bambini da portare in giro, attività varie.

Ed ecco che i libri vengono in nostro soccorso. Come sempre. Per evadere da una routine che non ci fa più riconoscere un giorno dopo l’altro. Fermi come siamo in un punto indefinito del calendario. E incapaci di comprendere fino a quando tutto questo potrà durare.
Possiamo sognare a occhi aperti di essere in paesi lontani. Magari proprio quelli che abbiamo sempre voluto visitare. E che adesso che non possiamo muoverci dalla nostra città ci appaiono ancora più affascinanti.
Possiamo vivere le vite di tante altre persone. Per non pensare a quel virus che ci sta impedendo di vivere la vita come l’avevamo pensata.
Possiamo conoscere nuovi amici tra le pagine dei libri. Amici che poi ci mancheranno quando saremo arrivati all’ultima pagina del libro.
Con i libri possiamo informarci, formarci, emozionarci, sognare, conoscere, volare, evadere, piangere, sorridere, divertirci. Quante cose si possono fare con un libro in mano!

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.
(Umberto Eco)

Condividere la lettura dei libri per evadere insieme.

I libri diventano anche lo strumento migliore per trascorrere le giornate con i bambini.
Tra una lezione online e una videochat con insegnanti e compagni, la lettura di un libro può diventare un ottimo modo per trascorrere del tempo di qualità insieme ai nostri figli.
Non solo la sera prima di andare a dormire, per accompagnare i più piccoli in sonni pieni di sogni.
Ogni momento durante il giorno è un momento perfetto per leggere un libro insieme.
Può essere l’occasione per riscoprire i libri pieni di polvere della libreria o chiusi in soffitta. O scoprire gli audiolibri e le risorse e gli strumenti che in questo momento di emergenza vengono messi a disposizione di tutti.

In casa possiamo condividere la lettura dei nostri libri preferiti anche con il partner. O con i nostri genitori.
O sfruttare la tecnologia per leggere magari un libro ai nostri genitori anziani che vivono da soli lontani da noi.
Creare club di lettura a distanza per non perdere la buona abitudine di condividere le proprie passioni.
Leggere libri al balcone. Se possiamo cantare e partecipare a flash mob, perché non diffondere dalla finestra di casa cultura?
Oppure offrirsi per leggere libri a chi non può farlo da solo. Sarebbe un bel dono da fare e da farsi. In tempi in cui la solidarietà è una merce rara che riempie però il cuore e fa sperare per un futuro migliore.

Leggere libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato.
(Wisława Szymborska)

Raccontare i libri scritti, letti, amati, per non sentirsi soli.

Utilizziamo questo tempo che ci è stato concesso per pensare.
E utilizziamolo per condividere con gli altri quanto sono stati importanti i libri nella nostra vita.
I libri che abbiamo scritto, quelli che abbiamo letto, quelli che abbiamo amato.
Per non sentirci soli.
Per essere parte di una condivisione che parte da quelle pagine stampate che leggiamo nell’intimità di casa, oggi. E che un domani torneremo a sfogliare mentre ci spostiamo con la metro. O sul treno. Magari mentre siamo al mare.

Usiamo i social per raccontare al mondo i libri che abbiamo amato. In attesa di poterci di nuovo vedere e riabbracciare, per scambiarci quelle letture che ci hanno aiutato ad affrontare l’isolamento tenendo la nostra mente aperta e proiettata all’esterno.
Questa sì che sarebbe un’ottima condivisione.

I libri sono ponti ostinati: uniscono, creano legami.
(Giuseppe Avigliano)

Scatti artistici a cura di Alessia Cocca.

Altro dall’autore:

About Author

Alessia Cocca

Fotografa, artista e persona caotica.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Messi rompe con il Barça: via gratis l'anno prossimo o solo una provocazione? - La Gazzetta dello Sport-Istat: "Dopo il Covid un paese sotto choc che ha rinunciato a mettere al mondo i figli" - la Repubblica-Salvini a sorpresa torna a Mondragone. "Alla faccia dei violenti" - QUOTIDIANO.NET-Donna uccisa in casa nell'Anconetano, grave il marito: fermato un 25enne | I carabinieri: "Manca il movente" - Tgcom24 - TGCOM-Gazzetta - Cambiano gli orari delle partite di Serie A, Juventus-Torino anticipata? - Tutto Juve-Francia, si è dimesso il premier Edouard Philippe. Al via il rimpasto di governo dopo la disfatta di Macron - Il Fatto Quotidiano-La Tesla è il nuovo iPhone - la Repubblica-Covid, lo studio: nel mondo domina nuovo ceppo più contagioso - Adnkronos-Temptation Island, Ciavy e Valeria, boom di polemiche: «In tv fanno vedere ciò che vogliono loro» - Leggo.it-Ubi pronta a bocciare l'Ops di Intesa, nuovo piano in cda - Giornale di Brescia
Top