Conoscenza ed esperienza: quando un negozio è molto più di un’esposizione di prodotti

Tempo di lettura stimato: 2 minuti
Informazione pubblicitaria

La ferramenta può essere un po’ come una libreria.
Non una di quelle, franchising di grandi brand, tutte uguali, che vendono i best seller, i tascabili, i manuali più in voga e i libri di viaggio che comprano tutti.
Ma del genere che sì, vendono anche quelli, perché comunque sono sul pezzo, ma a questo abbinano il valore della conoscenza e dell’esperienza.
Come quando vai in quei negozi di libri, appunto, dove il proprietario ti consiglia, non basandosi sull’ultima recensione online, ma su quello che lui sa e bene. Perché i suoi libri li conosce tutti e ne ha letti la maggior parte.

È con questo modo di lavorare che un mestiere antico, tradizionale, riesce a stare sempre al passo.
Con la curiosità di chi vuole capire le cose. Studiando nei dettagli quello che vende.
In libreria, leggendo le pagine dei volumi ospitati sugli scaffali.
In ferramenta, aprendo, smontando le serrature con la curiosità di un bambino e la maestria di mani capaci. Informandosi con corsi di formazione e aggiornamento, perché l’istinto aiuta, ma la competenza ingegna e paga.
Questa è la sensazione che si ha quando si approccia a una ferramenta come quella di Nuova Leipeca con sede all’Aquila.

La nostra forza è la conoscenza profonda del settore – racconta Pierpaolo Tazzi, uno dei quattro soci dell’attività -. Un pomeriggio è arrivato un signore romano con in mano una serratura che non gli andava. In magazzino ne avevamo un’altra simile, ma non uguale. Così le abbiamo smontate entrambe e ne abbiamo creata una funzionante, consentendo al cliente di risolvere il problema e rientrare a casa tranquillo”.

Oggi le sfide che deve affrontare un’attività sono molte. Certamente sostenersi. Economicamente, come immagine, presenza e reputazione sul territorio. Soddisfare le richieste, prevenire le esigenze, offrire consulenza, competenza e prodotti.
Ma anche, fattore non meno trascurabile, avere una voce su alcuni argomenti.
E se parliamo di sensibilità odierna e se a questa abbiniamo l’ambito in cui la ferramenta opera, la voce deve riguardare tematiche ambientali.

Perché anche se non si è produttori, si può comunque dire la propria quando si sceglie cosa vendere. E tracciare così il percorso del proprio ruolo nella società, non solo economico, ma anche di responsabilità.

Nuova Leipeca è prima di tutto vernici. E le vernici entrano nelle nostre case e possono impattare anche sulla nostra salute, non solo sul gusto estetico.
Abbiamo scelto quattro marchi di vernici – continua Tazzi – tutte certificate.
Oikos è un’azienda che ci piace perché vede alla lunga, oltre il muro.
È stata la prima azienda a seguire una linea green, con prodotti all’acqua. Due anni fa è uscita con una linea esente da formaldeide, sostanza che ha una certa volatilità. Le loro vernici non contengono altri biocidi e i barattoli vengono da materiale riciclato. Un altro marchio che commercializziamo è San Marco, che realizza prodotti sempre certificati ed ipoallergenici. Sestriere produce principalmente prodotti all’acqua e al solvente, vernici industriali per lavori di carpenteria metallica e pavimenti per esterni.
Infine abbiamo scelto Tecnorivest, un’azienda familiare della zona romana. Perché ci piace l’attenzione per i prodotti, la qualità e questo approccio al di fuori delle logiche dei grandi brand”.

Nuova Leipeca in tema vernici ha sviluppato anche la capacità di realizzare un tono colore, anche da un campione di stoffa delle tende di casa.
Quando non utilizzano barattoli di questi brand, cerchiamo di acquistare barattoli che vengono dal riciclo o barattoli metallici, che vengono smaltiti in canali specifici”.
Perché il mondo in cui lavoriamo è lo stesso in cui viviamo. E che lasceremo in eredità alle nuove generazioni.

INFO:
sito web

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Top