Conoscere i diritti umani per rispettarli. E creare una società più umana

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Quanti sono i diritti umani? E quali sono?
Se non li conosci, come fai a rispettarli? E come fai a creare una società più umana?
Diritti e doveri di tutti vanno appresi fin dalla più tenera età. Per fare in modo che nessuno si possa più permettere di calpestarli.

diritti umani

Photo by Majkl Velner on Unsplash

I diritti umani violati nel mondo.

Il 10 dicembre di ogni anno si celebra la Giornata mondiale del diritti umani. O dovremmo dire dei non diritti umani. Perché nel mondo sono ancora calpestati. E ci sono ancora persone che vivono senza potersi appellare alla Dichiarazioni dei diritti umani, che da 71 anni dovrebbe garantire a tutti gli individui di questa terra pari opportunità, dignità e uguaglianza.
Secondo il World Report 2019, di Human Rights Watch, condotto su più di 100 paesi del mondo, alla vigilia del 2020 la situazione è ancora molto delicata.

In Brasile è record di uccisioni. Il paese di Bolsonaro è sempre più violento, razzista, omofobo, misogino e calpesta i diritti dei popoli indigeni.
In Siria i civili continuano a morire in una guerra senza sosta. Dall’inizio del conflitto sono morte circa 511mila (dati di marzo 2018).  Gli sfollati sono quasi 7 milioni internamente e quasi 6 milioni ne resto del mondo.
In Birmania la minoranza musulmana dei rohingya continua a subire soprusi, violenze, torture dal 2018.
L’Onu ha definito la situazione in Yemen come la più grave crisi umanitaria alla quale stiamo assistendo. Con 14 milioni di persone che rischiano di morire di fame e malattie.
In Venezuela gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine continuano. Così come la repressione nei confronti di chi si oppone.
Tra Israele e Palestina la situazione è sempre più delicata. Con i diritti dei palestinesi calpestati, stracciati, ignorati giorno dopo giorno. Da sempre.
In Europa è l’Ungheria di Orban a destare allarme e preoccupazione.

diritti umani violati

Photo by Yoad Shejtman on Unsplash

E in Italia quali diritti vengono violati?

E in Italia?
Il Report dell’Ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite sul nostro paese dà un quadro dei diritti umani violati in Italia. Con una lunga parte dedicata a flussi migratori e diritti dei rifugiati.
Sono state 306 le raccomandazioni ricevute dall’Italia. Nella precedente sessione sono state 184.

In diverse osservazioni si parla di violazione dei diritti di rifugiati e migranti, con accordi sul controllo dei flussi migratori con i paesi nordafricani. Che hanno causato negazioni del diritto a ottenere asilo in Italia.
Le osservazioni parlano ampiamente del Decreto Sicurezza, la legge 132/2018 sulla protezione internazionale, l’immigrazione e la sicurezza pubblica.

Dichiarazione universale dei diritti umani

Photo by Michelle Bonkosky on Unsplash

Dichiarazione universale dei diritti umani (1948).

Fin dalla scuola dell’infanzia i bambini dovrebbero imparare quali sono i diritti umani. E dovremmo impararli anche noi adulti. Che spesso li diamo per scontati, per banali, ma che sono sacrosanti per la costruzione di una società a misura di essere umano. Dove nessuno venga lasciato indietro. Come pretendono anche gli obiettivi dell’Agenda 2030, di cui si parla sempre più spesso, ma che in realtà è ancora troppo poco conosciuta. E praticata.

Libertà e uguaglianza.

Nasciamo tutti liberi, con gli stessi diritti e con la stessa dignità. E dobbiamo vivere in spirito di fratellanza.
A ogni individuo devono essere garantiti tutti i diritti e le libertà senza alcuna distinzione.

Diritti individuali dell’uomo.

Ogni persona ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza.
Nessuno deve essere schiavo o servo.
E nessuno deve subire torture e punizioni disumane.
Ogni persona ha diritto al riconoscimento della sua personalità giuridica.
Tutti siamo uguali di fronte alla legge. E tutti dobbiamo essere tutelati.
Ogni persona deve poter ricorrere alla giustizia per tutti gli atti che violano i diritti fondamentali.
Nessuno può essere arrestato, detenuto o esiliato arbitrariamente.
Ognuno ha diritto a una giusta e pubblica udienza in tribunale.
Chi è accusato di un reato è innocente fino a prova contraria.

Diritti dell’individuo nei confronti della comunità.

Ogni persona ha il diritto a non subire interferenze arbitrarie nella vita privata.
La libertà di movimento e residenza nei confini dello Stato è sacrosanta. Come lo poter lasciare qualsiasi paese o far ritorno a quello di origine.
Ogni individuo ha il diritto di vivere in un altro paese, tutelato dall’asilo, per scappare dalle persecuzioni.
Tutte le persone hanno diritto a una cittadinanza. Nessuno può esserne privato arbitrariamente.
Uomini e donne hanno eguali diritti nel matrimonio. Che deve essere sottoscritto con il libero consenso dei coniugi. La famiglia deve essere protetta dallo Stato.
Ogni persona ha diritto ad avere una sua proprietà personale o in comune con gli altri. E non si può privare nessuno della sua proprietà.

Libertà fondamentali.

Il diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione è sacrosanto.
Come lo è il diritto alla libertà di opinione e di espressione. E il conseguente diritto a non essere infastidito per la propria opinione.
Nessuno può toccare il diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.
Tutti abbiamo il diritto di partecipare al governo del proprio paese. La volontà popolare è il fondamento del governo. E si ottiene tramite elezioni a suffragio universale e voto segreto.

Diritti economici, sociali, culturali.

Ogni membro della società ha diritto alla sicurezza sociale.
E al lavoro, senza discriminazioni, potendo avere uno stipendio equo e soddisfacente.
Ma ha anche diritto al riposo e allo svago.
Ogni essere umano ha diritto a mantenere un tenore di vita che garantisca salute e benessere. Diritto esteso alla sua famiglia. 
Tutti abbiamo diritto all’istruzione, gratuita almeno per le classi elementari. 
Ognuno di noi ha il diritto di essere parte attiva della vita culturale del suo paese.

Applicazioni dei diritti umani.

Ogni persona ha diritto a un ordine internazionale che concretizzi diritti e libertà enunciati dalla Dichiarazione.
E ognuno ha anche doveri nei confronti della comunità. Siamo sottoposti solo alle limitazioni previste per legge nel rispetto dei diritti e delle libertà altrui, per soddisfare morale, ordine pubblico e benessere generale.
Nulla di quanto contenuto nella dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di uno Stato, gruppo o persona di esercitare attività o atti che mirano alla distruzione dei diritti e delle libertà presenti nella stessa.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Conferenza stampa Giuseppe Conte: 4,3 miliardi ai Comuni - Corriere della Sera-Olé: "Coronavirus, Dybala sorride: famiglia negativa" - Tuttosport-Coronavirus: Von Der Leyen stoppa eurobond. Conte, non decide lei - Agenzia ANSA-Juve, via libera al taglio degli stipendi dei calciatori. E il club risparmia 90 milioni - La Gazzetta dello Sport-Coronavirus, 92mila contagi e 10mila morti. Altri 889 decessi in 24 ore - Il Fatto Quotidiano-Coronavirus Italia, bollettino del 28 marzo. Oltre 10mila morti, boom di guariti - QUOTIDIANO.NET-Cottarelli: «La Bce ci aiuta, incredibile pensare che l'Italia starebbe meglio fuori dall'Ue» - Corriere della Sera-Coronavirus, la Juventus con Chiellini: "Quali libri state leggendo in quarantena?" - Tutto Juve-Coronavirus, in Lombardia quasi 6.000 morti e 40mila contagiati - IL GIORNO-Coronavirus, in Gazzetta le regole per la sospensione dei mutui. Non servirà l'Isee - la Repubblica
Top