Agenda 2030, obiettivo 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Obiettivo 5 Agenda 2030: Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze.
Entro il 2030 l’obiettivo è quello di porre fine a ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne e delle ragazze. Ed eliminare ogni forma di violenza di genere, di sfruttamento, di abusi. Valorizzando il lavoro delle donne, garantendo pari opportunità nella sfera privata, al lavoro e in ambito pubblico e politico.

Il quinto obiettivo dell’Agenda 2030 riguarda la parità di genere, in tutto il mondo.

parità di genere

Photo by AndriyKo Podilnyk on Unsplash

Agenda 2030, obiettivo 5: Parità di genere.

I due terzi dei paesi in via di sviluppo hanno raggiunto la parità di genere nell’istruzione primaria.
In Asia Meridionale nel 1990 solo 74 bambine erano iscritte alla scuola elementare per 100 bambini. Nel 2012 i tassi di iscrizione erano gli stessi.
Nell’Africa subsahariana, in Oceania e in Asia occidentale ancora oggi bambine e ragazze hanno difficoltà ad accedere alla scuola primaria e secondaria.
In Nord Africa le donne hanno meno di un quinto dei posti di lavoro retribuiti in settori non agricoli.
La proporzione di donne che occupano posti di lavoro retribuiti fuori dal settore primario è passato dal 35 % del 1990 al 41% del 2015.
In 46 paesi del mondo le donne hanno più del 30% di seggi nei parlamenti nazionali, in almeno una delle camere previste.

Agenda 2030, obiettivo 5

Photo by Tim Mossholder on Unsplash

Traguardi da raggiungere entro il 2030.

Ecco quali sono i traguardi che l’Onu si è prefissata di raggiungere entro il 2030.

Porre fine a ogni forma di discriminazione nei confronti di donne e di ragazze.
Eliminare ogni forma di violenza nei confronti di donne e bambine, nella sfera privata e in quella pubblica. Compreso il traffico di donne e lo sfruttamento sessuale o lo sfruttamento di ogni altra natura.
Eliminare pratiche abusive come il matrimonio combinato, le spose bambine, le mutilazioni genitali femminili.
Riconoscere il lavoro domestico non retribuito, con servizi pubblici, infrastrutture e politiche volte a proteggere socialmente e a promuovere le responsabilità condivise in famiglia.
Garantire la piena partecipazione femminile e le pari opportunità di leadership a ogni livello nella vita pubblica e in ambito politico ed economico.
E garantire l’accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva, ai diritti in ambito riproduttivo.

Dare vita a riforme per garantire alle donne gli stessi diritti per l’accesso alle risorse economiche, alla titolarità e al controllo della terra e di altre forme di proprietà. Come ai servizi finanziari, eredità, risorse naturali.
Rafforzare l’uso di tecnologie abilitanti (ad esempio tecnologie dell’informazione e della comunicazione), al fine di promuovere l’emancipazione di ogni donna sulla terra.
Adottare e migliorare una politica sana e una legislazione volta a promuovere la parità di genere e l’emancipazione di tutte le donne e di tutte le bambine, in ogni settore e in tutti i livelli.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Europa in rosso, a Milano giù le banche dopo stop dividendi. Greggio a picco - Il Sole 24 ORE-Juve, Chiellini ok al primo esame da dirigente - Tuttosport-Coronavirus, in Spagna oltre 80mila contagi. Placido Domingo ricoverato in Messico - Il Fatto Quotidiano-Coronavirus in Toscana, altri 305 casi e 17 nuovi decessi / LIVE - LA NAZIONE-Coronavirus, a casa fino a maggio? In giro ancora troppi furbetti - ilGiornale.it-Maxi Lopez contro Wanda: "Hai portato i bimbi all'epicentro del contagio, che madre sei?" - La Gazzetta dello Sport-È morto Alan Merrill per complicazioni da Coronavirus: aveva scritto l'inno I Love Rock 'n' Roll - Music Fanpage-Coronavirus Lombardia, Gallera: "Dobbiamo combattere tutti insieme, altrimenti baratro" - IL GIORNO-Coronavirus, Gentiloni: "Progetto europeo rischia di tramontare" - Adnkronos-Coronavirus, il presidente dell'Iss: “Restare a casa fino a Pasqua, poi valuteremo - Il Fatto Quotidiano
Top