Agenda 2030, obiettivo 17: Partnership per gli obiettivi

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Obiettivo 17 Agenda 2030: Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

Entro il 2030 l’obiettivo è quello di creare partenariati tra governi, settore privato e società civile. Gli obiettivi devono essere condivisi e bisogna collaborare tutti insieme, mettendo al centro le persone e il pianeta, a ogni livello. Bisogna agire in fretta per poter realizzare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, anche con investimenti a lungo termine e impiegando migliaia di miliardi di dollari di risorse private. Nei paesi in via di sviluppo è fondamentale concentrare investimenti diretti esteri in alcuni particolari settori: energia sostenibile, infrastrutture, trasporti, tecnologie di informazione e comunicazione. 

Il diciassettesimo obiettivo dell’Agenda 2030 riguarda la partnership per gli obiettivi.

partnership

Photo by Perry Grone on Unsplash

Agenda 2030, obiettivo 16: Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

135,2 miliardi di dollari, questi i fondi per l’assistenza allo sviluppo nel 2014. Il livello più alto di sempre.
Il 79% delle importazioni dai paesi in via di sviluppo arrivano privi di dazi nei paesi sviluppati.
È pari al 3% delle entrate legate alle esportazioni il peso del debito sui paesi in via di sviluppo.
Negli ultimi 4 anni il numero di utenti collegati a internet in Africa si è duplicato.
Il 30% dei giovani nel mondo sono nativi digitali.
Oltre 4 miliardi di persone non hanno accesso a internet. Il 90% di loro appartiene alle regioni in via di sviluppo.

Photo by Hans-Peter Gauster on Unsplash

Photo by Hans-Peter Gauster on Unsplash

Traguardi da raggiungere entro il 2030.

Ecco quali sono i traguardi che l’Onu si è prefissata di raggiungere entro il 2030.

Finanza

Consolidare la mobilitazione di risorse interne anche con l’aiuto internazionale destinaato ai paesi in via di sviluppo, così da migliorare la capacità fiscale interna e la riscossione delle entrate.
I paesi industrializzati devono rispettare gli impegni presi ufficialmente di aiuto allo sviluppo, come l’obiettivo di destinare lo 0.7 per cento del reddito nazionale lordo per l’aiuto pubblico allo sviluppo (APS/RNL) e dallo 0.15 al 0.20 per cento del APS/RNL ai paesi meno sviluppati.
Mobilitare altre risorse economiche per i paesi in via di sviluppo.
Aiutare i paesi in via di sviluppo a sostenere il debito a lungo termine.
Adottare regimi di promozione degli investimenti per i paesi meno sviluppati.

Tecnologia

Migliorare la cooperazione Nord-Sud, Sud-Sud, la cooperazione triangolare regionale e internazionale, così come l’accesso alle scoperte scientifiche, alla tecnologia e alle innovazioni, e migliorare la condivisione della conoscenza.
Promuovere crescita, scambio e diffusione di tecnologie rispettose dell’ambiente a condizioni farevoli nei paesi in via di sviluppo.
Entro il 2017 fare in modo che sia operativo il meccanismo per il rafforzamento della tecnologia della banca e della scienza, della tecnologia e dell’innovazione per i paesi meno industrializzati.

Capacità di sviluppo

Migliorare il supporto internazionale per implementare nei paesi non industrializzati uno sviluppo delle capacità efficace, per poter sostenere i piani nazionali destinati alla realizzazione degli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

Commercio

Promuovere un sistema di scambio universale, regolamentato, aperto, senza discriminazioni, controllato dall’Organizzazione Mondiale del Commercio, con negoziazioni nell’ambito dell’Agenda di Doha per lo Sviluppo.
Migliorare le esportazioni dei paesi emergenti. Entro il 2020 raddoppiare la quota delle esportazioni globali.
Realizzare per i paesi in via di sviluppo un accesso al mercato libero da dazi e quote su basi durevoli, seguendo le decisioni dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.

Questioni sistemiche

Coerenza politica e istituzionale

Promuovere la stabilità macroeconomica globale tramite coordinamento e coerenza politica.
Accrescere coerenza politica per lo sviluppo sostenibile.
Rispettare lo spazio politico e la leadership di ogni paese, per creare politiche che siano utili per la lotta alla povertà e per lo sviluppo sostenibile.

Programmi di collaborazione plurilaterale

Migliorare la partnership globale per lo Sviluppo Sostenibile, tramite collaborazioni plurilaterali in grado di condividere conoscenza, competenze, risorse tecnologiche e finanziare al fine di raggiungere in tutti i paesi gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenbile.
Promuovere partnership nel settore pubblico, tra pubblico e privato e nella società civile.

Dati, monitoraggio e responsabilità

Entro il 2020 migliorare il sostegno allo sviluppo dei paesi emergenti, dei paesi meno avanzati e dei piccoli stati insulari in via di Sviluppo (SIDS).
Ed entro il 2030 sviluppare misure di progresso nello sviluppo sostenibile e supportare la capacità di sviluppo dei paesi emergenti.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Bankitalia: indagine, colpito il reddito di metà della popolazione - Agenzia ANSA-Camorra a Roma, duro colpo agli 'affari di famiglia' dei Senese: 28 arresti - RomaToday-Virus Roma, altri 21 positivi dal Bangladesh. Il ministero della Salute blocca tutti i voli da Dacca - Il Messaggero-Coronavirus, in una foto il contagio di Bolsonaro - la Repubblica-Crescita, in Italia il Pil crolla dell'11,2%. Il dato peggiore dell'Ue - Corriere della Sera-Sarri e Pioli, i rigeneratori di Juve e Milan con il... macellaio in comune - La Gazzetta dello Sport-Xbox Series X: noto insider si sbilancia sull'evento di luglio, ci sarà tanto da mostrare - Everyeye Videogiochi-Gli Stati Uniti potrebbero vietare TikTok (che lascia Hong Kong) - Corriere della Sera-Coronavirus Toscana, altro cluster: stavolta tocca a Viareggio - La Repubblica Firenze.it-La Roma ritrova Zaniolo, ma il futuro preoccupa: rischia di essere il nuovo Alisson - Calciomercato.com
Top