La pandemia sta tirando fuori il meglio o il peggio di noi?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

L’emergenza Coronavirus ci sta cambiando.
Ma lo sta facendo nel bene o nel male?
La pandemia sta tirando fuori il meglio o il peggio di ogni essere umano?
La responsabilità è solo nostra.
Siamo noi a scegliere oggi chi vogliamo essere.
Nel presente e anche nel futuro. Che inevitabilmente sarà diverso.

Photo by Rae Tian on Unsplash

Il peggio dell’umanità: sciacallaggio, truffe, distorsione della realtà.

La pandemia in molti casi ha tirato fuori il peggio dell’umanità.
Sciacalli che approfittano della situazione. Per fare propaganda politica, per creare confusione, per fare disinformazione con bufale e fake news che talvolta sono più pericolose del virus, per truffare le persone più deboli.
Cospirazioni, complotti, provocazioni, parole violente che corrono sui social ed entrano nelle nostre case in un momento in cui avremmo bisogno solo di rassicurazioni, di tranquillità, di parole non ostili.
La pandemia ha aumentato i casi di violenza domestica e anche di razzismo. Tutti a caccia dell’untore. Per trovare un capro espiatorio da mettere alla gogna. E non importa chi sia, da dove arrivi. Il razzismo non guarda in faccia nessuno.

E tutto questo spinge parte della popolazione a non seguire le norme di buon senso. A infischiarsene della salute degli altri, continuando la propria vita come se niente fosse. Dimostrandosi egoista in una società che invece ha bisogno di altruismo.
Abbiamo ancora negli occhi le stazioni ferroviarie piene di persone pronte a scappare da Milano per tornare a casa dalle proprie famiglie soprattutto al sud. Portando magari con se il virus in regioni dove ancora i casi erano pochi o non c’erano del tutto.
Abbiamo ancora negli occhi le aggressioni a persone orientali. O immigrati, “accusati” di essere immuni al virus.
Così come abbiamo ancora negli occhi le file chilometriche ai supermercati per paura che tutto finisse, nonostante le rassicurazioni del premier. E gli scaffali vuoti. Con le emblematiche foto di persone anziane per le quali non era rimasto più niente da comprare per mangiare.

Vogliamo essere questo o vogliamo essere qualcosa di un po’ più umano?

Photo by Antoine Paboeuf on Unsplash

Il meglio dell’umanità: la riscoperta della solidarietà e dell’empatia.

La giornalista Shira Ovide sul New York Times spiega come la pandemia stia tirando fuori il meglio di noi. Anche grazie alla tecnologia, che oggi più che mai appare indispensabili anche per le cose più semplici. Tenersi in contatto con famigliari e amici lontani. Fare la spesa. Studiare. Lavorare. Svagarsi un p po’.
Ci è stato chiesto di rimanere a casa. Di restare distanti dalle altre persone. Anche quelle più care. Per degli animali sociali quali gli esseri umani sono è un po’ difficile. Ecco che, però, l’ingegno viene in nostro soccorso. Mostrando la nostra naturale capacità ad aggirare gli ostacoli con idee creative e funzionali.
Feste di compleanno virtuali, aperitivi in chat, bambini che giocano in videochiamata con i nonni lontani, pranzi e cene condivisi su uno schermo.
Ma non solo. Abbiamo scoperto che con la tecnologia le raccolte fondi sono più efficaci e veloci. E arrivano direttamente a destinazione.
E abbiamo scoperto che ci sono dei lavori che si possono benissimo fare da casa. Senza spostarsi, causando traffico e inquinamento. E abbiamo capito che i bambini sono i migliori ad adattarsi a nuove situazioni. Anche se non possono andare a scuola, continuano a studiare, a seguire le lezioni, a fare i compiti. Riuscendo a interagire con insegnanti e compagni come prima. Perché hanno capito che la situazione è d’emergenza. E in questo sono più grandi di tanti adulti.

E ancora, abbiamo riscoperto la solidarietà tra vicini. Facendo la spesa per l’anziana coppia che vive di fronte o cucendo mascherine. Ma anche tenendo informate le persone sulle buone norme da seguire. Dando anche il buon esempio. Facendo volontariato, con la Protezione Civile o con altre associazioni. Contribuendo, ognuno come può, ad aiutare chi è in difficoltà. Perché una comunità è questo che fa: si sostiene nel momento del bisogno. Dimostrando di esserci, di non essere solo apparenza, ma di essere essenza.

Photo by Malcolm Lightbody on Unsplash

Scegli tu chi vuoi essere.

La pandemia che ha sconvolto le nostre vite, causando la morte di molte persone, ci sta offrendo un’opportunità che non dobbiamo lasciarci sfuggire. Ci sta chiedendo di decidere oggi chi vogliamo essere nel presente e chi vorremo essere nel futuro. Perché le cose cambieranno inevitabilmente quando tutto sarà finito. Sì, finirà e andrà tutto bene se tutti faremo in modo che sia così.
Scegli oggi chi vuoi essere. Se vuoi far parte di quell’umanità senza scrupoli, pronta ad approfittare delle emergenze a scapito della collettività. O se vuoi far parte di quell’umanità che in ogni sua azione apporta grandi cambiamenti per se stesso e per gli altri.
Perché se una cosa abbiamo imparato in questo momento storico è che non siamo isole. Siamo parte di una grande comunità che deve agire insieme per il bene comune. Se non impariamo questa lezione, tutti i sacrifici fatti finora non saranno serviti assolutamente a nulla. E tutto il tempo che abbiamo trascorso isolati, in quarantena, al sicuro a casa per proteggere noi stessi e gli altri sarà stato tempo sprecato.
Scegli oggi di essere la parte migliore e il buon esempio siano più contagiosi del virus!

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Vannini, condanna per Antonio Ciontoli: 14 anni per omicidio volontario - Corriere della Sera-Pioli: 'Il leader del Milan è il gruppo. Romagnoli torna dopo la sosta. Su Ibrahimovic e Leao...' - Calciomercato.com-Caso Genoa, il ministro Spadafora: «Nessuno stop alla serie A. Parole di Zampa avventate» - Il Messaggero-Coronavirus, ultime notizie. Sileri: "L'Italia rischia tutta allo stesso modo". LIVE - Sky Tg24-Coronavirus Toscana 30 settembre, 120 nuovi contagi in un giorno su oltre 7mila tamponi - LA NAZIONE-Covid Italia, contagi in aumento al Sud: in Campania positivi in crescita del 154,2% - Il Mattino-Amazon Prime Day: arrivano le prime offerte sui dispositivi Amazon! | OfferteLabs - Tom's Hardware Italia-LIVE TJ - Alonso occasione di mercato. Senza cessioni difficile arrivare a Chiesa. Ultime su Rugani - Tutto Juve-Scontro Vaticano-Usa: “Trump cerca di strumentalizzare il Papa. Pompeo non sarà ricevuto” - La Stampa-Napoli, bimbo suicida a 11 anni: chi è Jonathan Galindo, il folle gioco social che spinge ad uccidersi - Il Messaggero
Top