Quanta acqua serve per il cibo che portiamo in tavola

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

acqua per produrre cibo
Photo by Louis Hansel – Restaurant Photographer on Unsplash

L’acqua è una risorsa fondamentale per ogni essere vivente sulla Terra. Umanità compresa. Inquinamento, sprechi, cattiva gestione possono causare danni irreparabili al delicato equilibrio terrestre. Per questo dovremmo sempre tenere in considerazione molti fattori legati all’uso delle risorse idriche. A partire dalla nostra alimentazione quotidiana, per comprendere quanta acqua serve per il cibo che portiamo in tavola ogni giorno.

Ci sono cibi che richiedono per la loro produzione più acqua di altri

Ogni giorno consumiamo acqua per tanti motivi diversi. Non solo per bere o per lavarci, ma anche per cucinare e per produrre il cibo che consumiamo quotidianamente.
A seconda della tipologia di alimenti possono essere necessari quantitativi differenti, che variano in base al tipo di alimento che abbiamo deciso di mangiare.
Nel nostro paese l’89% dell’acqua dolce consumata riguarda proprio la produzione, la preparazione e la conservazione del cibo.

Calcolando quanta acqua serve per una bistecca o per un piatto di pasta, guarderemo in modo diverso quello che portiamo in tavola ogni giorno. La Water footprint è l’impronta ambientale che riguarda il consumo di acqua e che possiamo calcolare ogni giorno per capire quanta acqua “sprechiamo” e consumiamo con le nostre azioni. Qualche esempio pratico?

quanta acqua per la produzione di carne
Photo by Sander Dalhuisen on Unsplash

Quanta acqua serve per produrre 1 kg di carne

Le stime possono essere differenti, non esiste un quantitativo uguale per ogni tipologia di produzione.
Ad esempio in media per un chilo di carne di pollo servono 3.900 litri di acqua, che diventano 6.000 per la carne di suino e intorno ai 15mila per un chilo di carne bovina.
Stime, come si diceva, che possono variare in base alla metodologia scelta e per le quali bisogna tenere conto anche delle risorse idriche che fanno parte del naturale ciclo dell’acqua e che ritornano all’ambiente. C’è chi sottolinea che solo il 10-20% dell’acqua necessaria per utilizzare 1 kg di carne si possa dire veramente consumata, perché il restante viene “restituito” al pianeta.

Quanta acqua serve per produrre un chilo di pasta

La pasta è il piatto principe della dieta mediterranea e delle tavole italiane. Per la sua produzione occorrono circa 1.700-1.900 litri, contro i 1.200 della pizza.

Quanta acqua serve per produrre un kg di riso

C’è chi preferisce il riso alla pasta. In questo caso il consumo è di circa 1.900 litri di acqua per ogni chilogrammo utilizzato.

Risorse idriche acqua
Photo by Cristiano Pinto on Unsplash

Quanta acqua serve per produrre 1 kg di formaggio

Ti piace il formaggio? Per un chilogrammo sono circa 5.000 i litri necessari, circa 150 a fetta. Il latte con cui è prodotto, invece, consuma 1.000 litri al chilo.

Acqua consumata con altri alimenti portati in tavola

E ancora, per produrre un chilo di mais servono 900 litri di acqua, contro i 3000 per un chilo di grano. Noci e nocciole consumerebbero 9mila litri per ogni kg, l’olio di girasole 6.800 litri per ogni litro, mentre le verdure solo 325 litri per ogni chilo prodotto. Mentre la frutta ha bisogno di 970 litri per ogni chilo (2 etti di fragole consumano 87 litri di acqua, una mela circa 92, un avocado 495).

Da oggi in poi guarderemo con occhi diversi quello che mangiamo ogni giorno. Tu fino a oggi ti sei mai chiesto quanta acqua serve per il cibo che portiamo in tavola?

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome

- Pubblicità -spot_img