Giornata mondiale sicurezza alimentare 2021: un tema attuale più che mai

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Giornata mondiale sicurezza alimentare 2021
Photo by Anna Pelzer on Unsplash

7 giugno, Giornata mondiale sicurezza alimentare 2021. Un giorno che alla luce della pandemia e della situazione globale appare attuale più che mai. E un tema di fondamentale importanza per costruire le basi per un futuro equo per tutti, in cui ognuno può esercitare il suo diritto ad accedere a cibo sano e sicuro.

Cos’è la Giornata mondiale sicurezza alimentare 2021

Il World Food Safety Day è la giornata internazionale indetta ogni anno il 7 giugno dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare e mantenere alta l’attenzione su un tema cruciale come la sicurezza alimentare.
L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) sottolineano quanto sia importante per tutti avere cibo sano in quantità sufficiente, per sostenere la vita e promuovere una buona salute.

Garantire che il cibo sia sicuro in ogni fase della catena alimentare è un altro aspetto da non sottovalutare. Dobbiamo considerare che le malattie di origine alimentare sono di natura infettiva o tossica e sfuggono all’occhio umano (sono provocate da batteri, virus, sostanze chimiche, batteri che entrano nell’organismo tramite cibo e acqua contaminati). Si stima che siano 600 milioni i casi di patologie di questa natura ogni anno nel mondo.
Il cibo non sicuro è una minaccia per la salute umana e per le economie internazionali. Senza tralasciare il fatto che colpisce i soggetti più deboli e vulnerabili, come donne, bambini, popolazioni colpite da guerre, migranti.

Ogni anno 420mila persone muoiono per aver mangiato cibo contaminato. I bambini con meno di 5 anni sono portatori del 40% di tali patologie e i decessi sono circa 125mila ogni anno.
Garantire la sicurezza alimentare aiuta a prevenire, individuare tempestivamente e gestire ogni rischio di questo tipo.

cibo sano
Photo by Brooke Lark on Unsplash

Cibo sicuro ora per un domani sano

Questo è lo slogan dell’edizione 2021 della Giornata mondiale della sicurezza sanitaria degli alimenti.
In Italia è un tema molto sentito, anche se nel nostro Paese cibi e bevande risultano sei volte più sicuri di quelli di altre nazioni, come sottolineato da una recente indagine di Coldiretti, che si basa sull’ultimo rapporto dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa).
Dall’analisi, condotta su 96.302 campioni di alimenti in vendita nell’Unione Europea anche per scovare residui di pesticidi su frutta, verdura, cereali, latte e vino, è emerso che i prodotti agroalimentari extracomunitari che contengono residui irregolari sono pari al 5,6% rispetto alla media Ue dell’1,3% e ad appena lo 0,9% dell’Italia.

sicurezza alimentare
Photo by Dan Burton on Unsplash

La sicurezza alimentare è un tema che riguarda tutti

Ed è una responsabilità condivisa, di cui tutti dobbiamo farci carico. Soprattutto nel momento storico che stiamo vivendo.
La FAO sottolinea che la pandemia ha riportato in luce l’argomento della sicurezza alimentare, soprattutto in aspetti cruciali come igiene, resistenza antimicrobica, malattie zoonotiche, frodi alimentari e impatto dei cambiamenti climatici.

Sensibilizzare è fondamentale, così come lo è attingere a tutte le innovazioni tecnologiche che ci permetteranno di avere un controllo più capillare su ogni fase della filiera produttiva dei beni alimentari. In ogni angolo del mondo. Per garantire davvero a tutti l’accesso a cibo sano e sicuro. E non leggere più dati terrificanti che riguardano soprattutto gli individui più fragili del mondo, bambini prima di tutti.

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome