Come capire se l’acqua è buona e potabile

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

acqua potabile
Photo by quokkabottles on Unsplash

L’acqua è un ben prezioso e una risorsa che dovrebbe essere garantita a tutti. Esce a costo praticamente bassissimo dai rubinetti di casa nostra, ma preferiamo acquistarla in bottiglie di plastica o di vetro perché crediamo che sia più sicura e salutare. Come capire se l’acqua è buona e potabile?

Si può bere l’acqua del rubinetto?

L’acqua che sgorga dai nostri rubinetti si può bere. Anzi, si dovrebbe prediligere. È costantemente sottoposta a controlli che possono garantire che è la sua qualità è ottima e che è adatta per essere bevuta. Le aziende idriche devono far esaminare con periodicità, tramite laboratori di analisi, l’acqua che arriva direttamente nelle nostre case, anche settimanalmente. L’Asl ha il compito di monitorare, di solito annualmente, che tutto venga svolto con regolarità e che l’acqua di rete sia sana per chi la beve.
Nel caso in cui dovessero essere riscontrate delle anomalie, spetta al sindaco vietarne il consumo alimentare, in attesa che la situazione ritorni alla normalità.

L’acqua che sgorga dai nostri rubinetti è oligominerale, con pochi sali e povera di sodio. E non è assolutamente vero che quella nelle bottiglie di plastica è migliore, anzi, spesso è il contrario. Se l’acquedotto è verificato e controllato, l’acqua che scorre nei tubi potrebbe addirittura essere migliore di quella conservata non correttamente in contenitori di PET. Esistono poi dei limiti di legge imposti per la presenza di alcune sostanze utilizzate per rendere sicura l’acqua che esce dal nostro rubinetto (ad esempio il cloro, la cui soglia è di 30mg/l, contro i 100 mg/l dell’Europa).

acqua del rubinetto
Photo by Manki Kim on Unsplash

Come capire se l’acqua è buona e si può bere

Gli esperti consigliano alcuni trucchi per poter capire se l’acqua che abbiamo versato nel nostro bicchiere si può bere oppure no. Fermo restando che è sempre bene informarsi prima se è potabile o meno (ogni Comune deve garantire questa informazione).

  • L’acqua buona da bere deve essere limpida. Se non è trasparente, meglio fare o chiedere delle indagini.
  • L’acqua buona da bere non ha odore. Se dovessi notare qualche cosa che non va, forse ha subito un trattamento che supera la soglia di sostanze utilizzate nei processi di potabilizzazione.
  • L’acqua buona da bere non ha sapore.
  • Anche se l’acqua è ricca di calcio e troppo calcarea, rimane comunque buona da bere.
  • Se preferisci puoi attingere alle case dell’acqua, informandoti se il tuo Comune ha installato questi luoghi dove poter avere sempre acqua microfiltrata sicura.
  • Per ottenere acqua sempre buona da bere, prova a utilizzare le caraffe filtranti. O filtri da installare direttamente nel rubinetto.

acqua da bere
Photo by Damir Spanic on Unsplash

Cosa fare se l’acqua non è potabile

Di solito in Italia l’acqua che sgorga dai nostri rubinetti deve essere per legge sicura e potabile, perché ha tutti i parametri chimico-fisici stabiliti dalla normativa di riferimento per essere consumata in tutta tranquillità dalle persone. Ricordati che in Italia la normativa di riferimento è il D.Lgs. 31 del 2001, che si rifà alla Direttiva Europea 98/83 CE.

Se per caso dovesse essere non potabile, non si può usare né per bere né per cucinare. Si crede erroneamente che basta far bollire l’acqua per renderla sicura, ma non sempre è così: questa pratica uccide batteri e parassiti, ma se l’acqua è inquinata non serve a nulla.

Come analizzare l’acqua di casa

Forse non tutti sanno che si può analizzare l’acqua di casa, per capire se si può bere oppure no. Affidarsi ai propri sensi può essere utile, ma per averne la certezza ci sono tanti strumenti a disposizione.
Recentemente un gruppo di ricercatori italiani dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, ZooPlantLab, hanno creato, insieme all’azienda spin-off universitaria Fem2-Ambiente, “ImmediaTest – acqua”, un kit che si può usare per valutare la qualità dell’acqua del rubinetto, attraverso diversi parametri che devono essere confrontati con quelli previsti dalla legge in vigore.
In pochi minuti e a un prezzo abbastanza contenuto, si possono avere tutti i dati utili per capire se l’acqua è buona.

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome

- Pubblicità -