La tecnologia al servizio della salute. Per riportare il paziente al centro

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

La tecnologia può aiutare l’essere umano in ogni settore.
Può rendere la vita più facile. Cercando di perdere meno tempo possibile. E facendo in modo di ottenere servizi a misura di persona.
In particolare nella Sanità, l’uso delle ultime tecnologie potrebbe facilitare molto il compito di medici e operatori sanitari. Migliorando l’esperienza dei pazienti.
Riportando finalmente le persone al centro.

tecnologia e salute

Photo by Owen Beard on Unsplash

Mondo digitale e salute.

Come può essere utile il mondo digitale al miglioramento della salute di ognuno di noi? Semplicemente sfruttandone le innumerevoli potenzialità.
Quando pensiamo ai social, a internet, al “mondo del web”, siamo soliti vederne solo i lati negativi. O quelli più semplicistici. Non considerando tutta una serie di possibilità che alcune menti illuminate hanno colto al balzo. Anche per migliorare il rapporto tra paziente e accesso alla Sanità.

L’Università degli Studi dell’Aquila, ad esempio, ha ideato un sistema innovativo per aiutare i giovani a gestire i disturbi di ansia. Un problema che spesso viene sottovalutato e che può trasformarsi in disturbo mentale. Aiutare i più giovani (e non solo loro) non è semplice. Ma utilizzando un mondo che loro conoscono bene, come quello digital, può portare miglioramenti significativi.
Il Servizio di Ascolto e Consultazione per Studenti (SACS) dell’università abruzzese ha così pensato di avvicinarsi ai giovani che soffrono d’ansia attraverso la piattaforma digitale PsyDiT-Psychotherapy Digital Tools della start up DNM Srl.
Un servizio di terapia a distanza, nel quale psicoterapeuta e paziente entrano a contatto nel massimo della riservatezza e della privacy. Per permettere un accesso più facile, veloce ed efficace alla psicoterapia.

Se da un lato Apple è uno dei colossi internazionali che sembra puntare sempre di più sul comparto salute, ecco che anche i social network fanno la loro parte.
Facebook Prevention è la funzione di Facebook, disponibile al momento solo in America, che parte dalla profilazione degli utenti e suggerisce il momento in cui è bene fare una visita di routine o partecipare a uno screening.

Sanità personalizzata

Photo by Marcelo Leal on Unsplash

Sanità personalizzata e digitalizzata: esperienze italiane.

In Italia si parla sempre più di Sanità personalizzata. E digitalizzata.
In Lombardia, ad esempio, vengono sfruttate le nuove tecnologie, come l’intelligenza artificiale, o la telemedicina per rendere la gestione del paziente migliore. Come sottolineato da Giulio Gallera, Assessore Welfare Regione Lombardia, in un recente convegno che si è svolto a Milano.
La trasformazione digitale della Sanità è fondamentale anche nell’ottica di una personalizzazione delle cure sempre più richiesta dagli esperti del settore. Non più cure uguali per tutte, ma differenziate a seconda delle reali necessità di ogni singolo individuo. Piani terapeutici individuali che grazie al mondo digitale e dell’innovazione possono davvero essere sempre più a misura di paziente.

In Trentino la strada che si inizia a percorrere è proprio questa.
Roberto Soj, Presidente Trentino Digitale, sottolinea che si sta andando sempre più verso un’assistenza sanitaria personalizzata, dalla prevenzione e fino alla cura. A cambiare sono l’organizzazione, con nuovi strumenti, ma anche l’approccio nel rapporto tra cittadino e salute.
Nella Provincia autonoma di Trento sono nati nuovi modelli per la presa in carico di ogni paziente, partendo dal medico di medicina generale e arrivando agli specialisti, passando per il servizio farmaceutico.
Per rendere il sistema sanitario più sostenibile e a misura di cittadino.

“La trasformazione digitale, alimentata dall’innovazione, non si ferma: a tutti noi spetta il compito di sfruttare al meglio quanto abbiamo a disposizione per il bene del cittadino, che partecipa attivamente al sistema interagendo”.
Roberto Soj

In tal senso ben vengano app come NHS App sviluppata dal National Health Service nel Regno Unito per prenotare e gestire le visite dal medico di famiglia, chiedere prescrizioni ripetibili, accedere al proprio Fascicolo Sanitario Elettronico, per avere tutto sotto controllo. E non perdersi nel caos della Sanità pubblica.

Intelligenza artificiale e salute

Photo by Amanda Dalbjörn on Unsplash

Intelligenza artificiale e realtà aumentata.

Intelligenza artificiale e realtà aumentata sono le tecnologie del futuro. Che renderanno ogni settore più innovativo, intuitivo, interattivo. Anche il mondo della salute.
Recentemente l’Associazione Luca Coscioni ha ideato un servizio per fornire ai cittadini informazioni su tematiche di cui si parla sempre troppo poco. Come testamento biologico e aborto. E presto anche fecondazione assistita, disabilità e molti altri temi. CitBot è la prima chat-bot al mondo che consente “al cittadino la difesa delle proprie libertà civili“.
La chat risponde 24 ore su 24 per fare chiarezza, informare, in condizione di completo anonimato e privacy. E le tematiche si andranno ad ampliare, dopo una fase di test in corso con esperti e volontari.

Gli assistenti vocali potrebbero essere un ulteriore utilizzo della tecnologia al servizio del cittadino.
Siri, Alex, l’assistente di Google, integrati con chat-bot e con sistemi integrati informativi, potrebbero aiutare a gestire meglio il campo della salute.

Utilizzo della tecnologia in quella che è già stata ribattezzata l’eHealth, ma anche maggiore sicurezza dei dati. Con strategie di cybersecurity indispensabili. E sviluppo di nuove professionalità in grado di far fronte a una richiesta sempre maggiore.
Nuove opportunità per tutti da sfruttare in quella che è la Sanità del futuro. Dove la gestione digitale e la personalizzazione delle cure sono la strada da percorrere.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

La storia della sposa di Beirut - Il Post-Racing Point, la decisione: multa di 400mila euro e -15 punti nel Mondiale costruttori - Corriere della Sera-Juve-Lione, dieci milioni di motivi in più per vincere - Tuttosport-MotoGP 2020. GP di Brno, a Nakagami le FP1 - Moto.it-Zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro, Conte disse: «Il verbale del Cts? Io non l’ho mai visto» - Corriere della Sera-Concorso presidi, la Lega: "Azzolina assume se stessa". Lei: "Nessun conflitto d'interessi" - la Repubblica-Le esperienze di Rino: quando in campo a sfidare il Barça c’era lui - La Gazzetta dello Sport-Zone rosse chiuse in ritardo: le carte che inguaiano Conte - ilGiornale.it-WeChat e Tik Tok al bando: la guerra digitale Usa-Cina fa un nuovo salto (e danneggia Apple) - La Repubblica-Jennifer Grey sarà protagonista del sequel di "Dirty Dancing": "Il film che i fan hanno aspettato a lungo" - TGCOM
Top