I droni sono tra noi: come cambieranno le nostre vite

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

I droni cambieranno il nostro futuro.
Lo stanno già facendo. Perché fanno sempre più parte delle nostre vite. E spesso non ce ne accorgiamo nemmeno.
Qual è l’impatto di questo gioiellino tecnologico sul nostro mondo? Come potrà essere utilizzato per migliorare le nostre esistenze?

Tante domande, un’unica certezza. I droni saranno sempre più presenti. Come lo sarà, del resto, la tecnologia. Se sarà un bene o sarà un male, dipenderà da come questa verrà usata. Per quali scopi e quali fini.

drone

Foto di Pascvii da Pixabay

Cosa sono i droni e come funzionano.

Il drone è un piccolo velivolo che può affrontare viaggi brevi. Sono “aeromobili a pilotaggio remoto” (APR), senza pilota a bordo. Ma comandati da remoto.
Sempre più spesso i quadricotteri e i droni volano sulle nostre teste. Anche se magari non ce ne accorgiamo. E sono più “vecchi” di quanto potremmo immaginare.

Si parlava di droni già nella Prima Guerra Mondiale. In realtà il primo esperimento di aereomobile senza pilota porta la data del 1849. Gli Austriaci tentarono di attaccare Venezia con dei sistemi lanciati da una nave. I primi prototipi efficaci, però, risalgono proprio al periodo della Grande Guerra.
Successivamente vennero impiegati nella seconda guerra mondiale e durante la guerra fredda e la guerra del Vietnam, con soluzioni sempre più sofisticate.
Nati per scopi bellici, negli anni Duemila si è cominciato a pensare come poterli convertire per usi civili e per migliorare la vita delle persone. Non più solo oggetti tecnologici a uso militare, ma strumenti utili in diversi settori.

Tipologie di droni.

Esistono diversi modelli di droni attualmente in commercio. I più usati sono gli RPA (Remote Piloted Aircraft) oppure gli UAV (Unmanned Aerial Vehicle).
Gli RPA sono aerei pilotati a distanza tramite telecomando a corto raggio o a base remota. Possono avere da 1 set di pale del rotore fino a 8 set. I più usati sono i quadricotteri e gli ottocotteri, che rispettivamente montano 4 set e 8 set.
Gli UAV, invece, sono velivoli senza pilota preprogrammati che svolgono attività seguendo dei comandi e dei percorsi predefiniti dal programmatore. Di solito sono i droni usati in ambiente militare.

Alcuni droni sono controllati tramite app da smartphone, tablet o computer. Altri funzionano con telecomandi simili a quelli dei videogiochi. I controller possono funzionare a bere distanza, raggiungendo anche i due chilometri.
La durata di volo varia da pochi minuti fino ad arrivare anche a un’ora di autonomia.

Cosa fare con un drone.

Sempre più utenti si appassionano al mondo dei droni. E sempre più aziende si dimostrano interessate all’argomento. Perché le potenzialità dei droni sono innumerevoli. Da semplice giocattolino per scattare fotografie e realizzare video da prospettive uniche, a strumento per consegnare pacchi o per controllare la viabilità.

In ambito cinematografico e fotografico sono ormai largamente utilizzati, per poter effettuare riprese e scatti dall’alto.
Possono essere utili per sorvegliare dall’alto le coltivazioni. E per controllare linee elettriche. Vengono anche impiegati per monitorare la fauna selvatica e controllare le aree protette.
In aerofotogrammetria vengono impiegati per rilevare caratteristiche del terreno, trovando applicazioni in campi come la cartografia e la geologia. Ma anche per monitorare il livello di inquinamento sul nostro pianeta.
E vengono anche impiegati in operazioni di ricerca e di salvataggio. Anche in occasione dei terremoti che negli ultimi anni hanno sconvolto l’Italia sono stati impiegati dei droni per sorvolare le aree colpite.
I grandi portali di e-commerce li stanno anche testando per consegne di pacchi a domicilio.

La Polizia può usare i droni per monitorare il traffico di droga, le attività criminali o anche per multare chi passa con il rosso.
I droni vengono ancora usati in zone di guerre, come in Iraq e in Afghanistan. La tecnologia viene anche sfruttata per proteggere i confini degli stati. E purtroppo negli ultimi anni è aumentato l’allarme per attacchi terroristici che possono sfruttare proprio questa tecnologia.

Drone che vola sul mare

Photo by Jakob Owens on Unsplash

Come i droni cambieranno le nostre vite e il nostro futuro.

Le potenzialità e gli utilizzi dei droni sono praticamente infiniti. Si tratta di un campo che si inizia a esplorare oggi e che può essere uno sbocco interessante per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro, diventando una delle professioni del futuro.
Se per quello che riguarda leggi e regolamenti, soprattutto in Italia, le idee cambiano spesso e non sempre sono così facili da interpretare, i droni potrebbero davvero cambiare il nostro futuro. A patto di saper sfruttare bene la tecnologia.

I droni possono migliorare le operazioni di difesa dei territori.
Essere lo strumento utile per una risposta veloce e sicura nelle emergenze.
In caso di calamità naturali possono rendere gli aiuti più istantanei.
Possono essere utili per difendere il pianeta, le aree naturali, la fauna: per la conservazione del pianeta e della biodiversità.
In campo medico possono migliorare il controllo delle malattie, anche con l’impiego dei droni per raggiungere zone difficili per l’invio di mezzi e medicinali.
C’è chi sottolinea che possono essere impiegati per monitorare meglio l’inquinamento, la gestione dei rifiuti, l’utilizzo delle energie nel mondo.
Per lo sviluppo delle infrastrutture, per la costruzione, per la realizzazione di città a misura d’uomo possono diventare uno strumento fondamentale.
Facebook ha sperimentato un drone a energia solare per fornire l’accesso a internet in zone rurali del mondo.
Mentre la Nasa ha annunciato l’impiego di un drone per la missione Mars 2020.
Anche nel campo dell’istruzione si potrebbero impiegare per migliorare l’apprendimento degli studenti in classe.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Top