Sei un climaticida? Tutte le nuove parole nate per raccontare l’emergenza climatica

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Climaticida: aggettivo, che contribuisce allo sconvolgimento del clima sulla Terra.
Dopo aver visto quali sono le parole che hanno caratterizzato il 2019, tutte legate all’ambiente, ecco i neologismi che tentano di raccontare l’emergenza climatica.
Nuovi termini dei quali sentiremo parlare nell’anno nuovo.
L’Ecobolario serve proprio a creare parole che non ci sono per raccontare il mondo. E per cercare di cambiarlo.

climaticida

Photo by Kevin Mueller on Unsplash

Cos’è l’Ecobolario.

La Treccani ha realizzato Il libro dell’anno 2019. Già in vendita nelle librerie e anche su Amazon.
Un libro che raccoglie tutte le parole nate per poter raccontare l’emergenza climatica. E parlarne per sensibilizzare tutti sull’importanza di agire e fare la differenza. Prima che sia troppo tardi.
I neologismi sono contenuti all’interno dell’Ecobolario. Che è a sua volta un neologismo. Che nasce dall’unione tra la parola “ecologia” e “vocabolario“, che rispettivamente indicano la scienza che studia la relazione tra l’essere umano, gli organismi vegetali e animali e l’ambiente in cui vivono e il libro che raccoglie le parole di ogni lingua con definizioni e spiegazioni.

Il libro dell’anno Treccani non solo racconta tutto quello che è accaduto di importante nel 2019. Giorno dopo giorno. Con parole, immagini, numeri, statistiche. Ma racconta anche i temi maggiormente affrontati attraverso le parole che sono state inventate per parlare degli avvenimenti più importanti.

neologismi

Photo by Brett Jordan on Unsplash

Neologismi che raccontano l’emergenza climatica.

Dare un nome alle cose serve a renderle reali.
Sin dalla notte dei tempi l’uomo ha sempre dato un nome a tutto quello che lo circondava. Anche ai fenomeni e agli eventi che non sapeva spiegare.
Perché questo è l’unico modo con cui possiamo ammettere che qualcosa esiste. Che è tangibile. E fa parte del nostro mondo.
Scegliere il nome per un bambino che nasce è il primo passo verso la sua affermazione in questo mondo. E lo stesso vale per le cose e per i fenomeni che interessano la Terra. Emergenza climatica compresa.

Climaticida, parola che indica le attività e le iniziative che possono produrre effetti negativi sul clima terrestre, è solo uno dei neologismi individuati per raccontare l’emergenza climatica. “-cida”, usato in parole composte come omicida, matricida, femminicida, deriva dal verbo latino “caedĕre“, che tradotto significa “tagliare, uccidere”. “Uccidere il clima”: rende bene l’idea, non ti pare?
Ma sono anche altre le parole nuove legate al climate change.
Come Apartheid climatico, che indica l’emarginazione di gruppi di popolazione mondiale a causa degli sconvolgimenti che il clima terrestre sta attraversando.

lettere

Photo by Susan Holt Simpson on Unsplash

E tu sei un climaticida?

Adesso che abbiamo un neologismo che indica tutto quello o chi contribuisce a sconvolgere il clima sulla Terra, sorge spontanea una domanda.
Chi sono i climaticidi oggi? Quali sono i fattori che contribuiscono ad accelerare un fenomeno, come il riscaldamento globale, che ciclicamente si presenta sulla Terra, ma che mai è stato veloce e repentino come oggi?
Porsi domande e cercare di darsi delle risposte è un’altra delle caratteristiche tipiche dell’essere umano. Trovare soluzioni anche.

Creare nuove parole è un’esigenza innata. Per raccontare un’umanità in continuo mutamento. E una lingua che non è mai morta. Ma sempre aperta a nuove realtà da scoprire e da indagare.
Ed è affermare che ci sono fenomeni e avvenimenti che hanno bisogno di nuove parole per essere spiegate. Per essere affrontate. E per non essere più negate.

Rinunziare o sbandire una nuova parola o una sua nuova significazione (per forestiera o barbara ch’ella sia),
quando la nostra lingua non abbia l’equivalente, o non l’abbia così precisa,
e ricevuta in quel proprio e determinato senso;
non è altro, e non può esser meno che rinunziare o sbandire, e trattar da barbara e illecita
una nuova idea, e un nuovo concetto dello spirito umano.
(Leopardi, Zibaldone di pensieri)

Altro dall’autore:

About Author

Patrizia Chimera

Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Top