In farmacia si vendono medicine per curare il corpo e libri per guarire la mente

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minutiI farmaci curano il corpo. Mentre i libri curano la mente.
Da due anni si ripete un’iniziativa che ha unito i due medicinali in grado di garantire il benessere di tutto il corpo.
Così chi si reca nel negozio per acquistare i rimedi prescritti dal medico, può anche acquistare a un prezzo simbolico un libro da leggere. La biblioterapia ci salverà.

Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso.
Daniel Pennac

Leggi che ti passa: libri in vendita nelle farmacie

Carmen Genovese è una farmacista che lavora nell’omonima farmacia di Palermo che si trova in corso Tukory: come altri punti vendita, anche lei ha aderito all’iniziativa nazionale “Leggi che ti passa“, evento promosso per il secondo anno consecutivo dall’Accademia dei Farmacisti per raccontare la farmacia come luogo di cura del corpo e anche di benessere per l’anima.

«I clienti si abituano a una diversa immagine del proprio farmacista di fiducia all’inizio c’era un po’ di diffidenza, adesso sono in tanti a chiederci i libri. Lavoro in un quartiere difficile, a ridosso di Ballarò, dove spesso il farmacista diventa un fac totum di salute, alla stregua del medico: in questo modo diventiamo anche educatori di cura dell’animo e facciamo circolare cultura, soprattutto tra i bambini».

All’iniziativa aderiscono più di 350 farmacie in tutta Italia. In Sicilia sono 8 ad aver partecipato all’idea che, insieme ai farmaci, quest’anno mette in vendita al costo di solo 1 euro una copia speciale di Alice nel Paese delle meraviglie. L’anno scorso il libro scelto è stato il Piccolo Principe. Il libro cult di Antoine de Saint-Exupéry è stato venduto in tutta Italia in 20mila copie cartacee e 200mila e-book scaricati.

libri in farmacia
Photo by Daniel Schludi on Unsplash

Promuovere la biblioterapia in tutta Italia

Una bellissima iniziativa che merita di ripetersi anno dopo anno. Per promuovere la cultura del libro, per incentivare a leggere in un paese in cui i lettori scarseggiano, per promuovere la condivisione di testi che sono un cult della letteratura.
E ben vengano progetti che portano i libri in luoghi dove non ti aspetti di trovarli, come una farmacia. Eugenio Flaccovio, fondatore dell’accademia dei Farmacisti, scuola nazionale di pratica dello sviluppo commerciale delle farmacie, nata proprio in Sicilia, spiega cosa li ha spinti a promuovere un’iniziativa semplice, ma decisamente interessante, da promuovere anche in altri luoghi: «È un’idea semplice ma che apre le farmacie a un diverso marketing etico e multifunzionale. Stampare un libro non costa nulla, il guadagno in valore culturale è molto superiore».

Un’idea volta a incentivare la biblioterapia, per curare anima e corpo con un libro, che fa anche del bene, visto che parte dei ricavati vanno in beneficenza.

leggi che ti passa
Photo by freestocks on Unsplash

I libri curano l’anima

L’anno scorso in piena pandemia scrittori e libri hanno aiutato piccoli e grandi lettori a superare il trauma delle chiusure e del virus che ci ha costretto a rivedere le nostre abitudini. E la nascita a Firenze di una piccola farmacia letteraria è la dimostrazione che abbiamo bisogno di leggere per guarire nel cuore.

Perché come sottolinea Miro Silvera in “Libroterapia – Un viaggio nel mondo infinito dei libri, perché i libri curano l’anima“: «Chi cerca, trova sempre qualcosa, e chi cerca risposte nei libri quasi sempre le incontra a propria misura. Perchè i libri curano ogni male, compreso quello più imbarazzante di tutti: il male di vivere».

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome

- Pubblicità -spot_img