Catastrofi, città, megacittà: il modello del futuro sarà solidale o egoista?