Case in legno, la scelta migliore per l’ambiente. E per la salute di chi le abita

Tempo di lettura stimato: 4 minuti
Informazione pubblicitaria

Il legno è uno dei materiali più ecosostenibili che si possano usare nel settore delle costruzioni.
Una casa in legno è sinonimo di calore, sicurezza, famiglia. E anche di salute.
Per anni abbiamo dimenticato questo materiale. Preferendo alternative, come il cemento armato, che non hanno e non avranno mai lo stesso fascino. E nemmeno la stessa resa. Oltre che i vantaggi del legno.

Fortunatamente ci siamo accorti che abbiamo sempre avuto a disposizione una materia prima che non fa solo bene all’ambiente. Ma anche alla salute di chi quelle case le abita. E le vive ogni giorno.

case in legno

Il legno fa bene.

Il legno è un materiale naturale.
Lo troviamo in natura ed è nostro compito salvaguardare boschi e foreste. Ne va della salute del nostro pianeta. E dell’esistenza stessa dell’umanità.
Senza alberi, infatti, la vita sulla Terra sarebbe impossibile. Per questo motivo gli esperti, in un momento di crisi climatica come quello che stiamo vivendo, consigliano ripensare ogni aspetto della nostra vita in un’ottica green.
Partendo, anche, dagli alberi. E da alternative ecologiche che non dobbiamo andare a cercare chissà dove. Perché le abbiamo già a disposizione.

Il legno è un materiale ecosostenibile.
È un materiale presente in natura.
Sfruttando le regole della bioedilizia si possono realizzare costruzioni a prova di pianeta. Che rispettano Madre Natura.
È l’unico materiale usato nel settore delle costruzioni che proviene da risorse rinnovabili. Il suo impatto ambientale è bassissimo.
In particolare il legno lamellare ha caratteristiche di biocompatibilità.
Usare il legno per le nostre costruzioni ci aiuta a ridurre i consumi energetici, i consumi di risorse non rinnovabili e l’inquinamento.
Ci aiuta a proteggere la terra. E a proteggere noi stessi.

Il legno fa bene alla salute.
Diversi scienziati hanno già condotto studi e ricerche che sottolineano i numerosi benefici del legno per la salute umana.
Già nel 1987 uno studio dello psicologo ambientale Roger Ulrich ne esaltava i benefici.
È un materiale che dovrebbe essere presente in ogni ambiente che viviamo. Perché ha effetti positivi sul cervello, migliora l’attività del cuore e la pressione del sangue.
La presenza del legno (non solo in un ambiente naturale, ma anche in edifici e costruzioni creati dall’essere umano) permette all’uomo di soffrire meno di stress, di avere una migliore attenzione, di concentrarsi meglio. Stimola anche la nostra naturale creatività.
Perché il legno, spiegano gli esperti, è in grado di donare una sensazione di benessere e di protezione che nessun altro materiale riesce a regalare. Infonde calore, tenerezza, tranquillità, sicurezza.

Costantini Legno

Immagine 1 di 2

Case in legno, la scelta migliore per il futuro.

Le case in legno sono la migliore soluzione per un futuro che sia davvero sostenibile. Sotto ogni aspetto.
Perché il legno è una fonte di energia rinnovabile. E viene utilizzato un processo di lavorazione della materia prima improntato al massimo rispetto ambientale. Per lasciare la minor impronta possibile.
L’essere umano ha sempre usato il legno per costruire. Fin dalla notte dei tempi è stato un materiale caro all’umanità, perché in grado di infondere protezione e calore. Perché rimanda agli affetti famigliari e alla protezione.
Oggi lo abbiamo riscoperto. E sfruttarlo è fondamentale. Seguendo una filosofia che possa rendere ogni edificio più a misura d’uomo. E di ambiente.

Filosofia che da 30 anni è alla base del lavoro di Costantini Legno, un’azienda umbra, con sede a Bettona, in provincia di Perugia, che grazie alle sue case in legno permette di riscoprire l’importanza di una materia prima fondamentale per l’umanità.
Il gruppo, che produce travi in legno lamellare diritte e speciali nonché pannelli a strati incrociati X-lam, si occupa di ogni fase della produzione. Consentendo di avere un risultato finale che non solo rispetta le persone che andranno a vivere quegli ambienti. E le loro aspettative, i loro desideri, le loro caratteristiche. Ma anche la natura.
Per creare case che siano pensate per chi le abiterà.

Case in legno Costantini Legno e sostenibilità ambientale.

Il legno ha un basso impatto ambientale. E di conseguenza lo hanno anche le case costruite con questo materiale.
Una caratteristica di non poco conto, come sottolineato dall’azienda umbra. Il nostro pianeta sta attraversando una crisi climatica senza precedenti. Il cambiamento climatico a cui assistiamo ogni giorno, con fenomeni meteo sempre più intensi, è in parte provocato dalle emissioni di CO2 causate dalle attività umane.
Emissioni che in parte possiamo contrastare grazie agli alberi, che assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno prezioso per la vita.
Tramite questo processo, che si chiama fotosintesi, le piante non solo eliminano CO2 dall’aria, ma la rilasciano nell’acqua che ricevono dal suolo e producono il legno. Un materiale organico.

Il legno aiuta a ridurre le emissioni di CO2.

Se da un lato è necessario ridurre le attività e le fonti che provocano maggiori emissioni di CO2, dall’altro è fondamentale essere responsabili di ogni azione compiuta, per lasciare il minor impatto ambientale possibile.
Il legno è un materiale che ci aiuta in quella che dovrebbe essere la nostra missione quotidiana. Come riportato dall’azienda umbra, “l’uso del legno è un modo semplice ed efficace per ridurre le fonti di carbonio e l’aumento dei cosiddetti pozzi di carbonio, grazie all’effetto “carbon sink” di assorbimento del carbonio e alla capacità “carbon stock” di trattenimento del carbonio“.
Per ogni metro cubo di legno che viene usato come materiale di costruzione si possono ridurre le emissioni di CO2 di più di una tonnellata. Che arrivano a 2 tonnellate se si aggiungono le 0,9 tonnellate contenute nel legno.
Una riduzione che, tra l’altro, corrisponde a quanto richiesto dal Protocollo di Kyoto. Ponendo il settore delle costruzioni in credito “nel quadro relativo al progetto di negoziazione delle emissioni“.

L’importanza delle certificazioni.

Quando si parla di sostenibilità, non si può non far riferimento a tutte quelle certificazioni che ci garantiscono che il prodotto sia davvero a basso impatto ambientale.
In particolare, ma non solo, per quello che riguarda la provenienza e la lavorazione del legno usato.

Costantini Legno ha ottenuto, tra le altre, la certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2015, rilasciata dall’organizzazione DNV GL, che si occupa di garantire che ogni fase (dalla progettazione alla produzione, arrivando alla costruzione finale del progetto) segua i migliori standard di sicurezza.
Inoltre, non bisogna dimenticare la tracciabilità del legno, che proviene solo ed esclusivamente da foreste ed impianti gestiti in modo responsabile e sostenibile, sia dal punto di vista ecologico sia da quelli economico e sociale (PEFC ST 2002:2013).

Costantini Legno

Immagine 1 di 4

Photo @Costantini Legno

Perché dovremmo scegliere una casa in legno?

Le motivazioni per scegliere di abitare in una casa di legno sono molte. E non solo di tipo estetico: una casa in legno è più bella, ha un fascino senza tempo, fa riaffiorare ricordi piacevoli e sensazioni di benessere.
L’azienda Costantini Legno ha provato a sintetizzarle puntando sui benefici più evidenti e sugli aspetti che rendono questa soluzione la migliore per tutti. Per l’umanità e per il pianeta.

Per motivi di isolamento termico e risparmio energetico, perché il legno è un ottimo isolante, mantenendo il calore ed evitando dispersioni.
Ed è anche un ottimo isolante acustico.
Per il risparmio economico nella costruzione della casa, perché le strutture prefabbricate abbattono i tempi di costruzione e lavorazione.
Perché è una tecnologia perfetta anche per chi intende ristrutturare.
Senza dimenticare che la leggerezza e l’elasticità del legno rendono il materiale particolarmente resistente agli eventi sismici.
Il legno è resistente al fuoco, brucia molto lentamente e rallenta l’avanzamento di eventuali incendi.
Le case in legno durano nel tempo. E hanno bisogno di poca manutenzione.
Sono solide, sono resistenti.
E hanno un basso impatto ambientale.

Legno, un materiale che vive e respira.

Si dice che il legno sia l’unico materiale che respira. E che continua a vivere. Permettendo a chi abita ambienti costruiti sfruttando la sua essenza di vivere e respirare meglio.
Benefici che non fanno bene solo alle persone. Ma che si riflettono inevitabilmente anche sul pianeta che quelle stesse persone abitano.
Ogni nostra azione ha conseguenze sul pianeta. Facciamo in modo che siano solo conseguenze positive. E affidiamoci sempre a professionisti che hanno a cuore le generazioni future.

Case in legno Costantini

Immagine 1 di 5

Photo @Costantini Legno

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Coronavirus, ultime notizie: Covid già molto diffuso negli Usa a febbraio. Nel mondo più di 12 milioni di casi - Il Sole 24 ORE-Coronavirus Italia, ultime news: rischio contagi importati. Fauci: virus resta forte. LIVE - Sky Tg24-Naya Rivera è sparita, è giallo in California FOTO e VIDEO - Agenzia ANSA-Prodi e l'apertura a Berlusconi, Fi: "Atto di coraggio politico". Salvini: "Non entrerà al governo". Pd: "Giusto collaborare" - la Repubblica-Intestino | Questi sintomi indicano che il microbiota è alterato - CheDonna.it-Sinisa Mihajlovic sbrocca contro Fabio Caressa e Sky: quel piccoletto marito della Parodi - Il Tempo-Atalanta, Gasperini: "Scudetto? E' nelle mani della Juve..." - Tutto Napoli-QUI ATALANTA - Toloi: "Avanti con questa mentalità, ora testa alla Juve" - Tutto Juve-È morto a 61 anni il primo ministro della Costa d'Avorio Amadou Gon Coulibaly - Il Post - Il Post-A "Temptation Island" Annamaria prepara la valigia in lacrime - Tgcom24 - TGCOM
Top