Case a 1 euro, nel 2021 alla riscoperta dei borghi abbandonati

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 3 minutiCase a 1 euro, un affare da non farsi sfuggire. Anche per riqualificare e riscoprire borghi abbandonati dove nessuno voleva vive più da tempo. Paesi che un tempo brulicavano di vita e oggi sono quasi città fantasma.

Anche per il 2021 il progetto torna a interessare molti italiani (e non solo), ma come funziona? E dove si trovano questi edifici?

Cos’è il progetto Case a 1 euro

Il progetto non è nuovo, ma nasce qualche tempo fa. Il prezzo di vendita di queste abitazioni rappresenta una cifra simbolica, nel tentativo di ripopolare borghi che si stanno svuotando, dove magari sono rimasti solo gli anziani abitanti, mentre i giovani hanno lasciato tutto per cercare fortuna in città più grandi e con più possibilità.
L’idea è portata avanti da alcuni sindaci che governano piccoli comuni del bel paese, che hanno emanato dei bandi per poter comprare casa senza sborsare una fortuna, ma abbracciando un’iniziativa davvero lodevole.

In tutta la penisola in breve tempo le iniziative del genere si sono moltiplicate. E le amministrazioni comunali hanno emanato bandi per dettare regole, stabilire requisiti e individuare modalità di intervento al fine di salvare interi paesi dalla rovina, con progetti di recupero, restauro e valorizzazione.

borgo
Photo by Sara Groblechner on Unsplash

Come funziona

Gli immobili che fanno parte di questi progetti solitamente sono donati ai Comuni da privati che non hanno più intenzione di tenerli, spesso perché necessitano di ristrutturazioni importanti.
Chi sceglie di acquistare questi edifici, lo fa a una cifra simbolica, di solito di 1 euro. Ma sottoscrive con gli enti locali una sorta di contratto in cui si impegna a prevedere un progetto di ristrutturazione e di rivalutazione entro un anno dall’acquisto, a pagare le spese notarili per registrazione, accatastamento e volture, a far partire, dopo aver ottenuto tutti i permessi, i lavori entro due mesi, a stipulare una polizza fideiussoria di tre anni che viene poi rimborsata.

Sul sito dedicato al progetto Case a 1 euro, si possono trovare tutti gli immobili in vendita. Ci sono anche fari, aree dismesse e stazioni.

borghi italiani
Photo by Tiziano Brignoli on Unsplash

Dove si trovano in vendita le case a 1 euro?

In realtà in tutte le Regioni italiani ci sono sindaci che hanno scelto di giocarsi questa carta per aiutare il loro paese a rinascere. Ecco qualche esempio, da Nord a Sud.

Valle d’Aosta

La regione montana ospita un comune, quello di Oyace, che ha aderito al progetto. Alcune case a 1.400 metri di altitudine sono in vendita da pochissimo tempo. E le offerte sarebbero già numerose.

Piemonte

Emblematico l’esempio di Carrega Ligure, dove l’iniziativa ha avuto un successo straordinario. Tanto che sono stati presentati migliaia di progetti di ristrutturazione, tra i quali ne sono stati scelti un centinaio, in attesa di terminare la compravendita e iniziare il prima possibile i lavori.

Lazio

Patrica è un piccolo paese in provincia di Frosinone che ha scelto di aderire al progetto mettendo in vendita una serie di case presenti nel territorio comunale. Edifici che hanno bisogno di rinascere, dopo lunghi anni di abbandono e degrado.

Toscana

A Montieri, in mezzo a un bosco, il comune aiuta gli acquirenti a scegliere l’immobile migliore. Si tratta di case abbandonate e in disuso.
Rimanendo sempre nella stessa Regione, possiamo fare un salto a Fabbriche di Vergemoli, nella Garfagnana, dove sono stati messi in vendita una quarantina di edifici. Mentre vicino anche il paese di Vetriceto ha messo in vendita casolari e abitazioni.

Sicilia

Pare che il primo bando sia stato quello di Salemi, in provincia di Trapani, proprio in Sicilia. Qui oggi si può scegliere di abitare ad esempio a Troina, il balcone più alto della regione e uno dei borghi più belli d’Italia. Molte famiglie hanno lasciato la città in cerca di lavoro e oggi rimangono poche anime ad abitare i suoi borghi stretti. Per quello il sindaco ha lanciato il progetto delle case a 1 euro per poter incentivare il recupero di immobili abbandonati, valorizzandoli e ridando loro vita. Nell’isola già i sindaci di Gangi, Sambuca di Sicilia e Delia avevano seguito questo mood.

Puglia

In Puglia si può accedere al progetto a Biccari, in provincia di Foggia, dove i prezzi vanno da 1 a 15mila euro.

Sardegna

Altra bellissima isola italiana, altra opportunità che in molti sono pronti a cogliere al volo. A Nulvi, in provincia di Sassari, un banco pubblico ha messo in vendita una serie di case a pochi spiccioli, per far rivivere questa bella cittadina sarda. Anche il comune di Ollai ha abbracciato l’idea per evitare lo spopolamento e magari invogliare i giovani a riscoprire la vita del paese.

Se conosci altre amministrazioni che hanno lanciato il progetto case a 1 euro, segnalalo nei commenti.

- Pubblicità -spot_imgspot_img

2 COMMENTI

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome