Cos’è la sostenibilità per la Generazione Z

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

generazione z
Photo by Naassom Azevedo on Unsplash

Quali sono le aspettative in termini di sostenibilità per i ragazzi italiani?
Cosa rappresenta per loro la transizione ecologica?
Quali sono le buone norme da tenere in considerazione?
Insomma, cos’è la sostenibilità per la Generazione Z? Un recente sondaggio indaga quali sono le priorità dei giovani oggi, per un futuro migliore domani.

Chi è la Generazione Z

Con il termine Generazione Z o Gen Z o Post Millenials si indicano tutti i nati tra il 1997 e il 2010 (mentre chi è venuto al mondo dopo il 2011 appartiene alla Generazione Alpha).
Sono i nativi digitali. Coloro che hanno utilizzato internet e i dispositivi elettronici fin dalla prima infanzia. Sono nati con la tecnologia e con i social media, che usano con dimestichezza per comunicare, studiare, informarsi.
Proprio per merito di questo uso naturale dei device, la Generazione Z più di altre è attenta a tematiche sociali molto importanti. Potendosi informare liberamente e potendo condividere le proprie opinioni potenzialmente con tutto il mondo, hanno la possibilità di avere un polso della situazione più accurato in merito a quanto accade nella società. Intraprendendo battaglie importanti in difesa di diritti che per loro sono naturali e sacrosanti. A differenza di quello che avviene per chi li ha preceduti che hanno maggiori difficoltà a cambiare mentalità radicate dure a morire.

Il tema della sostenibilità sta molto a cuore alla Generazione Z, che è la stessa dei ragazzi che seguono Greta Thunberg, attivista per il clima che ha dato vita al movimento di Fridays for future, al quale partecipano molti giovani e giovanissimi.

sostenibilità e generazione z
Photo by Markus Spiske on Unsplash

Giovani e sostenibilità

Uno studio condotto da AstraRicerche per McDonald’s, dedicato alle aspettative e ai comportamenti di chi ha un’età compresa tra i 15 e i 25 anni, in merito alla transizione ecologica, ha rivelato che gli italiani hanno fiducia per i prodotti di eccellenza Made in Italy, Dop e Igp. E sono attenti alla sostenibilità ambientale non solo nei confronti delle buone abitudini giornaliere da adottare, ma anche per quello che riguarda gli alimenti. E lo spreco alimentare.

I dati della ricerca sono stati presentati in occasione di una serie di incontri, dal titolo “Dalla produzione al consumo, la sfida dell’agroalimentare di qualità verso la transizione ecologica“, svolti in Sicilia, Emilia Romagna e Veneto e organizzati da Fondazione Qualivita e Origin Italia.

nativi digitali
Photo by Eliott Reyna on Unsplash

Cos’è la sostenibilità per i più giovani

Dai dati emerge che i ragazzi sono molto più attenti e conoscono cosa significa transizione ecologica, in particolare nel settore della filiera alimentare. Sono intenzionati a saperne sempre di più e sono molto curiosi e interessati. La sostenibilità del cibo è importante: la priorità è data alla sostenibilità ambientale (72%), a cui seguono sostenibilità economica di filiera (66%) e sostenibilità sociale (66%). Il 97% degli intervistati si dice disponibile a pagare di più se un prodotto è garantito come realmente sostenibile. Anche se spesso c’è scarsa fiducia nelle attuali certificazioni.
Fondamentale nella transizione ecologica anche la valorizzazione del cibo e delle eccellenze locali, così come certificazioni DOP e IGP.
Per la Generazione Z l’impatto negativo nel settore è dato dagli sprechi del consumatore (51%), seguiti dal trasporto (47%), dalla lavorazione/trasformazione industriale (44%),e dal packaging (40%).

La Generazione Z, inoltre, accende i riflettori sull’importanza della sostenibilità ambientale e sociale: 7 ragazzi su 10 la ritengono fondamentale. Solo 4 intervistati su 10, però, si fida davvero dei proclami che le aziende fanno in tal senso, nel timore che si tratti solo di greenwashing.

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome