A chi serve una banconota da 0 euro?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Una banconota da 0 euro? Perché mai dovremmo averne bisogno?
Ecco la storia di un pezzo di carta che per i collezionisti vale molto più di 0 euro.

Banconote in euro.

L’euro è la moneta della Zona Euro, entrata in vigore il primo gennaio 2002 e disponibile in 7 tagli. Se le monete euro hanno una faccia diversa per ogni stato europeo che le adotta, per quello che riguarda le banconote, queste hanno un aspetto grafico uniforme in ogni paese membro. Il tema comune è l’architettura europea. Nella parte frontale ci sono finestre o passaggi, mentre sul retro dei ponti, a simboleggiare il collegamento che intercorre tra gli stati che fanno parte dell’Europa.
Ogni banconota ripropone monumenti che non sono esistenti, per non creare problemi e diatribe tra stati. E contengono le 12 stelle dell’UE disegnate dall’artista austriaco Robert Kalina.
5, 10, 20, 50, 100, 200 e 500 euro: questi i tagli della prima serie del 2002.
Con la seconda serie del 2013, invece, le banconote hanno iniziato a vestire nuove grafiche per renderle più sicure contro il rischio contraffazione. Reinhold Gerstetter ha disegnato il nuovo stile. Nell’ologramma e nella filigrana compare il ritratto della figura mitologica greca della principessa Europa. Dal primo gennaio 2019 la banconota da 500 euro sparisce dalla circolazione. Non è più prodotta, ma quelle in circolazione hanno valore fino al loro esaurimento.

banconote

Photo by Annette Fischer on Unsplash

La banconota da 0 euro.

Nell’Unione Europea ne esiste una banconota particolare. La banconota da 0 euro. Con cui non ci si può comprare niente. Ma che vale molto.
L’idea è di Richard Faille, che nel 2015 ha creato banconote souvenir per promuovere il turismo in Francia.
In seguito, nel 2018, la Banca Centrale Europea ha prodotto alcuni pezzi da zero euro. All’inizio sono state vendute a 2.50 euro e oggi sono un pezzo da collezione che i collezionisti di mezzo mondo cercano.
Non è uno scherzo, non è una truffa, non è un falso. È vero denaro emesso dalla Banca Centrale Europea, con ologrammi e filigrana.

Tra le prime serie ce n’è una per rendere omaggio alla città tedesca di Kiel riportando la nave Gorch Fock II, da un lato, e altri monumenti europei, dall’altro. Come il Colosseo, la Sagrada Familia, la Tour Eiffel, la Porta di Brandeburgo.
I primi 5mila pezzi stampati sono andati sold out in poco tempo.

prima banconota 0 euro

EuroSchein-Souvenir GmbH Berlin / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)

Banconote 0 euro turistiche.

Oggi le banconote da 0 euro sono dei veri e propri souvenir, che ogni stato può creare per celebrare la propria cultura, per ricordare la propria storia, per omaggiare la propria identità.
Le Banconote Souvenir da Zero 0 Euro sono cartamoneta con l’autorizzazione della BCE, banconote reali, che rappresentano dei souvenir, dei ricordi di città, paesi, eventi storici che hanno caratterizzato i diversi stati membri dell’Unione Europea.
Ne esistono per commemorare eventi storici, come la caduta del muro di Berlino, o per celebrare l’animo sportivo europeo, ad esempio la banconota con lo stadio di Duisburg.
Ogni banconota è unica, grazie al numero che la identifica.

Banconote da 0 euro in Italia.

Sfogliando tra siti di numismatica e collezionismo, abbiamo scovato alcune banconote da 0 euro italiane.
Nel 2017 sono state dedicate alla città di Brescia, al Pantheon di Roma, all’Arena di Verona.
Invece nel 2018, tra le altre, alle Torri di Bologna, al David di Michelangelo, al Duomo di Milano, a Urbino, alla Basilica di San Marco di Venezia, alla Basilica di Santa Croce di Firenze, alla Torre di Pisa, alla Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, a Sirmione del Garda, al balcone di Romeo e Giulietta.
E ancora, nel 2019 alla città alta di Bergamo, al Ponte Vecchio di Firenze, ai trulli di Alberobello, al Palazzo Ducale di Venezia, alla Fontana del Nettuno di Bologna, al Carnevale di Venezia, a Ferrara, a Leonardo da Vinci, a Papa Francesco e Benedetto XVI, ad Assisi, a Cristoforo Colombo, a Pompei, alla Fontana di Trevi, alla Mole di Torino, al Ponte di Rialto di Venezia.
E per il 2020? Al momento abbiamo Civita di Bagnoregio, Giulio Cesare, Lago di Garda, Galileo, la Valle di Templi, il Maschio Angioino di Napoli, Pizza e mozzarella, Raffaello Sanzio.

Altro dall’autore:

About Author

Patrizia Chimera

Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Grande Fratello Vip, la scollatura... totale di Adua Del Vesco: di fatto senza veli, una foto pazzesca - Liberoquotidiano.it-Ragazze investite e uccise a Roma, il pm: condannate Genovese a 5 anni - TGCOM-De Luca nomina la nuova giunta regionale - La Repubblica-VIDEO | "Torna al tuo paese" e giù botte. La mamma della ragazza aggredita: "La prossima volta me l’ammazzano" - RomaToday-Coronavirus, rissa furibonda al supermercato di Crema: "Non indossate la mascherina", tornano col cric - Liberoquotidiano.it-I nodi del reddito di cittadinanza - Il Post-Gwyneth Paltrow, 48 anni in “birthday suit”: completamente nuda - DiLei-Coronavirus, Walter Ricciardi: "Campania e Lazio stanno perdendo il controllo, rischio di un nuovo lockdown" - Liberoquotidiano.it-Militare morto: Procura dispone l'autopsia - Agenzia ANSA-Coronavirus oggi 28 settembre. Donini "Contagi ancora sotto quota 100 in Emilia Romagna" - il Resto del Carlino
Top