Agenda 2030, obiettivo 12: modelli sostenibili di produzione e di consumo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Obiettivo 12 Agenda 2030: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

Entro il 2030 l’obiettivo è quello di sostenere consumo e produzione sostenibili, promuovendo l’efficienza delle risorse e dell’energia e di infrastrutture sostenibili, l’accesso ai servizi di base e a lavori dignitosi e green, sottolineando anche l’importanza di una qualità migliore della vita per tutti. “Fare di più e fare meglio, ma con meno“, questo l’obiettivo principale.

Il dodicesimo obiettivo dell’Agenda 2030 riguarda produzione e consumo sostenibili.

Agenda 2030 Obiettivo 12

Photo by Karsten Würth on Unsplash

Agenda 2030, obiettivo 11: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

Ogni anno un terzo del cibo prodotto, 1m3 miliardi di tonnellate, circa 1000 miliardi di dollari, viene gettato nell’immondizia, da consumatori e commercianti, o va a male.
Si potrebbero risparmiare 120 miliardi di dollari ogni anno se si utilizzassero solo lampadine a risparmio energetico.
Se entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungesse 9,6 miliardi all’anno servirebbero tre pianeti per avere tutte le risorse necessarie seguendo gli attuali stili di vita.

Acqua

Meno del 3% dell’acqua mondiale è potabile, il 2,5% è congelata in Antartide, Artide e nei ghiacciai. L’umanità ha solo lo 0,5% per soddisfare il fabbisogno di acqua per l’umanità e l’ecosistema.
L’uomo inquina l’acqua mondiale con un ritmo che è molto più veloce rispetto alla sua capacità di rigenerarsi e purificarsi.
Più di un miliardo di persone non ha accesso all’acqua potabile.
L’utilizzo eccessivo di acqua causa stress idrico mondiale.
L’acqua è un bene libero, ma le infrastrutture per trasportarla sono costose.

Energia

L’uso dell’energia nei paesi dell’OCSE continuerà a crescere di un altro 35% entro il 2020.
Nel 2002 nei paesi dell’OCSE c’era uno stock di auto pari a 550 milioni di veicoli, il 75% dei quali auto personali. Entro il 2020 si attended un aumento del 32% dei veicoli posseduti e un aumento del 40% dei chilometri percorsi dai mezzi oltre alla triplicazione del traffico aereo mondiale.
Le famiglie consumano il 29% dell’energia globale e contribuiscono al 21% delle emissioni di CO2.
Nel 2013 un quinto del consumo di energia mondiale derivava da fonti rinnovabili.

Cibo

Le famiglie influenzano l’impatto alimentare sull’ambiente con le loro scelte e abitudini a tavola. E di conseguenza tutto questo impatta nell’energia consumata per la produzione di cibo e generazione di rifiuti.
1,3 miliardi di tonnellate di cibo vanno sprecate ogni anno. 1 miliardo di persone soffre di denutrizione. 1 altro altro miliardo soffre le fame.
Il consumo eccessivo di cibo è dannoso per la salute e l’ambiente.
2 miliardi di persone nel mondo sono sovrappeso o obese.
Degradazione dei suoli, inaridimento dei terreni, uso non sostenibile delle risorse idriche, eccessivo sfruttamento della pesca e degrado dell’ambiente marino riducono la capacità delle risorse naturali di garantire la giusta produzione alimentare.
Il settore alimentare rappresenta il 30% del consumo totale di energia ed è responsabile del 22% delle emissioni di gas serra.

Agenda 2030 Obiettivo 12

Photo by Tobias Weinhold on Unsplash

Traguardi da raggiungere entro il 2030.

Ecco quali sono i traguardi che l’Onu si è prefissata di raggiungere entro il 2030.

Attuare il Quadro Decennale di Programmi per il Consumo e la Produzione Sostenibili, con la partecipazione di tutti i paesi.
Entro il 2030 raggiungere la gestione sostenibile e l’uso efficiente delle risorse naturali.
Dimezzare entro il 2030 lo spreco alimentare mondiale per ogni persona e a livello di vendita, produzione e fornitura.
Entro il 2020 raggiungere la gestione eco-compatibile di sostanze chimiche e di tutti i rifiuti durante il loro intero ciclo di vita.
Ed entro il 2030 ridurre la produzione di rifiuti con la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo.
Incoraggiare tutte le imprese a seguire pratiche sostenibili.
Promuovere pratiche sostenibili anche in materia di appalti pubblici.
Entro il 2030 garantire che tutte le persone abbiano le informazioni necessarie per aspirare uno sviluppo sostenibile e uno stile di vita green.

Aiutare i paesi in via di sviluppo a migliorare le capacità scientifiche e tecnologiche in un ottica di consumo e produzione sostenibili.
Sviluppare strumenti per monitorare gli impatti dello sviluppo sostenibile per il turismo sostenibile.
Razionalizzare i sussidi inefficienti per i combustibili fossili che incoraggiano lo spreco eliminando le distorsioni del mercato.

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Calciomercato Inter, Tuchel-Leonardo: scontro per Icardi! - Calciomercato - CalcioMercato.it-Uomini e donne: Enzo Capo nella bufera - SoloDonna-Serie A, Malagò: 'A fatica la barca sta ripartendo, modello tedesco ok ma a una condizione' - Calciomercato.com-Coronavirus, studio shock: “Liverpool-Atletico Madrid ha causato 41 morti” - Tuttosport-Scuola, Conte convoca vertice di maggioranza in serata - la Repubblica-Sandra Milo riprende lo sciopero della fame: “Conte non mi ha richiamata, forse lo farà lunedì” - Tgcom24 - TGCOM-Coronavirus, Boris Johnson difende Dominic Cummings, il superconsigliere che aveva violato il lockdown - Corriere della Sera-Burioni: "Calcio? Mi auguro ovviamente che nel caso ripartisse non ci siano problemi. Sulla mia... - Tutto Juve-Spadafora conferma: "Il 13 o il 20 la Serie A riparte". E rilancia sulle partite in chiaro - La Gazzetta dello Sport-Coronavirus. Movida da nord a sud, tutti fuori ma poche multe: sindaci pronti a nuova stretta - Il Messaggero
Top