Sciopero per il clima: “giornata epica”. Studenti protagonisti. Insegnanti al loro fianco

Condividi su:
  • 168
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    168
    Shares

Oggi è stata “una giornata epica”, come l’ha definita a caldo Cristina, maestra di scuola primaria di Brescia.
La stessa che ci aveva raccontato le buone azioni messe in atto in classe con i suoi studenti, per insegnare la sostenibilità ambientale, ma anche per educare a porre attenzione a quello che ci circonda, che non sono solo tematiche da grandi, anche perché spesso i grandi non prestano attenzione.
E per far comprendere loro che "non si è mai troppo piccoli per fare la differenza", come dice Greta Thunberg, giovane attivista svedese che ha dato il via ai Fridays For Future ed allo sciopero per il clima che il 15 marzo 2019 ha coinvolto il mondo e molti dei suoi giovani, uniti per dire che non abbiamo un pianeta B, che dobbiamo cambiare marcia, tutti noi e chi ci governa per primo.

Immagine dagli studenti di Salsomaggiore

Lo sciopero per il clima a Brescia

La maestra Cristina è uno degli esempi di buona scuola a cui abbiamo voluto dare spazio.
E oggi era a fianco di quei ragazzi che hanno accolto l’appello di Greta. Pronti a marciare. A protestare. Era lì a insegnare loro a lottare per il proprio futuro.
Lei insieme a tanti altri docenti illuminati che comprendono che, forse, l'insegnamento più grande è quello che va oltre i testi scolastici.

Una cosa inedita. Anche chi ha la memoria storica delle manifestazioni, non ricorda quando ha visto una cosa come quella di oggi. Bravi, educati. Nessuna carta lasciata in giro. Consapevoli.
C’è tanto da fare, ma anche loro sono consapevoli che anche in questa circostanza il loro comportamento avrebbe fatto la differenza. Li sentiamo, ci sono e vogliono qualcosa di diverso. E noi dobbiamo lavorare perché qualcosa di diverso sia fatto. Urgentemente.
(Maestra Cristina, da Brescia)

Lo sciopero per il clima a Salsomaggiore

Fra gli esempi di buona scuola avevamo raccontato quello che accade nella scuola media Carozza di Salsomaggiore, dove il maestro Massimo Mainardi ci aveva fatto entrare nelle sue classi, parlandoci dell’informazione sui temi ambientali che fa con i suoi ragazzi, dei comportamenti semplici che possono fare la differenza, e che anche la scuola sta adottando, e del lavoro per far sviluppare loro una coscienza civica, senza manipolazioni o strumentalizzazioni.

Una giornata molto bella con tanti bambini, ragazzi, ma anche adulti. Sono arrivati i ragazzi dell'Alberghiero, ma anche i ragazzi delle medie, che hanno dato il via con i Fridays For Future a una grande manifestazione, oltre che alcuni bambini delle elementari. C'erano gli insegnanti, ma anche genitori e nonni. E molti adulti che hanno aderito.
I bambini della scuola elementare hanno cantato una canzone bellissima. Ci sono stati momenti molto emozionanti, soprattutto tra i più piccoli. La loro energia positiva, il loro spirito positivo e di speranza sono stati molto toccanti e ispiratori.
(Ilaria Gaudenzi, referente per i social di Fridays For Future di Salsomaggiore)

Lo sciopero per il clima a Medicina, Bologna

Di buone pratiche, condivisione e collaborazione è il caso della scuola primaria di Bologna
Tutto è partito da un'insegnante illuminata e motivata, che ha deciso di mettersi al fianco dei suoi alunni, se questi volevano aderire allo sciopero. La condivisione del progetto con la Dirigente scolastica, che ha creato una rete che ha messo in gioco scuola d'infanzia, primaria e secondaria.
A loro disposizione una piazza per sostenerli e tutelarli. E la volontà, da parte delle autorità coinvolte, di ascoltare le loro proposte etiche per migliorare la vita in città. Anche il Comune ha voluto condividere gli scatti di questa giornata storica

È andata benissimo! Io dall'impianto ho coordinato e non ho avuto pieno riscontro ovviamente, ma sia il vicepreside sia tanti genitori, nonni e cittadini mi hanno riferito che la manifestazione è stata bella, sentita e coinvolgente. A diversi miei colleghi stanno arrivando messaggi di ringraziamenti, cosa che non accade spesso a dire il vero.
Tanti genitori di miei alunni mi dicono che i figli stanno diventando intransigenti in casa e chiedono rispetto della sostenibilità.
(Francesca Guccini, insegnante scuola primaria di Medicina, Bologna)

Sciopero del clima del 15 marzo 2019 

Una giornata che rimarrà sicuramente nella memoria di molti.
Per la mobilitazione, per l'unione, per la semplicità dei messaggi.
Evidenti come le parole di Greta Thunberg, a volte disarmante nella sua capacità di mobilitare folle e animi, a differenza degli scienziati di cui si fa portavoce.

Chiari come questo riassunto che vogliamo condividere.
Perché spesso i bambini interpretano il mondo molto meglio di noi.

Immagine dalle scuole di Brescia

Altro dall'autore:


Condividi su:
  • 168
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    168
    Shares

About Author

Redazione i404
Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Top