Il nuovo Coronavirus? Intelligente come una cellula tumorale

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Quanto tempo può vivere il Sars-Cov-2 in un soggetto asintomatico? E quanto in un paziente in fase di guarigione? L’ultima scoperta sul comportamento del nuovo Coronavirus fatta dall’Università di Trieste e dal Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologie di Trieste, in collaborazione con il team del King’s College di Londra, pone diversi interrogativi sulla reale durata della replica virale del Covid-19, che in tutto il mondo ha già mietuto un milione e 310 mila vittime.

La lunga vita del Coronavirus

Lo studio, pubblicato nei giorni scorsi dalla rivista scientifica The Lancet (leggi qui l’abstract), porta la prima firma della professoressa Rossana Bussani, docente di Anatomia Patologica all’Università di Trieste, che insieme al suo staff ha analizzato i polmoni di 41 pazienti morti di Covid-19, scoprendo un nuovo modello organizzativo del Sars-Cov-2: la replicazione virale non si spegne nei soggetti con patologia in stato avanzato, anzi. Le cellule infette vengono spinte a fondersi tra di esse, diventando molto grandi, e altre cellule anormali, formate anch’esse da vari nuclei, risultano infettate dal virus anche dopo 30-40 giorni dal ricovero in ospedale. È così che il Covid-19 danneggia i polmoni ed è responsabile delle difficoltà di recupero delle funzionalità respiratorie (sindrome del Covid lungo). Si tratta naturalmente di uno studio “estremo”, fatto su persone arrivate all’ultimo stadio della malattia, morte a causa del Covid-19 e afflitte da altri problemi di salute.

La professoressa Rossana Bussani

Un virus forte e intelligente

Uno studio che, anche se estremo, aiuta a conoscere elementi utili per costruire le armi adatte a combattere il nuovo Coronavirus. «Le cellule si fondono come magnetizzate», riferisce la professoressa Bussani «creando una struttura in un modo mai visto in 30 anni di carriera e centinaia di autopsie». La ricercatrice paragona l’intelligenza del Coronavirus – capace di nascondersi nelle cellule degli alveoli polmonari e di attendere il momento migliore per scatenare la sua furia virale – alle cellule tumorali, «che sono straordinariamente intelligenti, si sanno organizzare, sanno sfuggire alle terapie, sanno nascondersi, hanno pazienza, aspettano e a volte tornano. Il Sars-Cov-2 ha un atteggiamento simile a quello delle cellule neoplastiche: continua a far danni un po’ occultato, anche se attorno a sé c’è una risposta immunitaria furibonda. È chiaro che sia le cellule neoplastiche che il Coronavirus sono pilotate da altre forze, da altre volontà di sopravvivenza che non possiamo capire». Un virus intelligente, che colpisce le cellule endoteliali dei polmoni e provoca eventi trombotici sia nel micro che nel macro circolo, infettando e inglobando cellule sane anche dopo molti giorni. Ma, così come la ricerca sta combattendo sempre con più successo i tumori, anche per il Sars-Cov-2 arriverà il momento di alzare bandiera bianca. Si è aperta infatti la ricerca a una nuova classe di farmaci in grado di impedire la formazione di questi aggregati di cellule (sincizi) e di stimolare l’eliminazione del virus, bloccando la trombosi. La ricerca è già iniziata nei laboratori del King’s College di Londra, diretti dal coordinatore dello studio Mauro Giacca.

Si tratta di combattere un virus dotato di una struttura molto forte, come rilevato dal gruppo di ricerca dell’Università statale ungherese Semmelweis di Budapest. Gli scienziati ungheresi hanno “bucato” fino a cento volte il coronavirus con un ago sottilissimo, con l’intenzione di far esplodere la particella virale. Ebbene, il virione non ha subìto alcun danno. Tanto che il professor Miklos Kellermayer, alla guida dell’equipe di ricercatori, ha dovuto dichiarare che «la particella è sorprendentemente resistente».

Aggregati anomali di cellule nei polmoni causati dal Sars-Cov-2

Quella delle cellule infette che si ingrandiscono, che si fondono con altre cellule attraverso la proteina Spike (quella che dà al Coronavirus la caratteristica forma di coroncina) e che vivono più a lungo, probabilmente anche dopo la guarigione, è l’ultima delle qualità scoperte su questo incredibile virus. La scienza si sta confrontando con un nemico difficile. Agli inizi della sua diffusione il virus era stato preso sottogamba, si sperava che il calore estivo attenuasse la diffusione del Covid-19. In effetti il Sars-Cov-2 proviene dalla famiglia del Coronavirus, come il raffreddore, per cui si pensava (sperava) che seguisse comportamenti più o meno noti. Invece ha resistito molto bene al caldo dell’estate trascorsa.

Non solo. Normalmente un virus diventa vulnerabile e muore dopo aver lasciato l’organismo di chi lo ospita. Il Sars-Cov-2, invece, resta attivo su varie superfici (maniglie, comodini, cellulari, fazzoletti o anche all’interno degli ascensori) per diversi giorni. Non resta che auspicare l’arrivo di un vaccino molto più intelligente ed efficace del Covid-19, capace di evitare che ogni uomo, ogni donna e ogni bambino di questo pianeta si trasformi (spesso a sua insaputa) in un vettore mortale della malattia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

La foto di copertina è di Robina Weermeijer on Unsplash. La prima foto di questo articolo è stata gentilmente concessa dalla professoressa Bussani, la seconda è tratta dallo studio dell’Università di Trieste.

 

Altro dall’autore:

About Author

Luigi Di Fonzo

Direttore responsabile. Giornalista professionista, poeta, saggista, esperto di musica pop-rock, ama leggere e viaggiare. Due azioni complementari: spesso grazie alla lettura viaggia anche se è a letto e spesso legge mentre è in viaggio. Colleziona fumetti, in primis quelli di Andrea Pazienza e Hugo Pratt.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Sky Sport - Cristiano Ronaldo non giocherà a Benevento: turnover concordato con Pirlo, Bonucci ok - Tutto Juve-F1, GP Bahrain 2020: diretta delle prove libere a Sakhir. FP1 a Hamilton, Ferrari lontane - Sky Sport-Toscana torna zona arancione da venerdì 4: covid, parla Giani, "Più liberi fino a Natale" - LA NAZIONE-Addio a Daria Nicolodi, attrice ironica e raffinata, musa di grandi artisti - DiLei-Zaia: “Non ha senso rientrare il 9 dicembre. Il contagio a scuola esiste, ci sono i dati” - Orizzonte Scuola-GF Vip: la Gregoraci nella morsa delle accuse, Briatore a Dubai - Virgilio Sport-Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sul Covid-19 - Corriere della Sera-Coronavirus, l’annuncio di Conte: “Ore impegnative, valutata curva epidemiologica - Il Fatto Quotidiano-L'Aria che Tira, Matteo Bassetti contro Ilaria Capua: "È una veterinaria, prima di parlare bisogna avere competenze" - Liberoquotidiano.it-Calabria, Miozzo non sarà commissario alla Salute: salta la nomina - Corriere della Sera
Top