Coronavirus, se in Italia l’emergenza è anche la mancanza di senso civico

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Un ragazzo scappa da Codogno, focolaio dell’emergenza Coronavirus in Lombardia. Il 27enne, nonostante la quarantena imposta, ha deciso di tornare al paese d’origine, a Montefusco, in provincia di Avellino.
Ora lui e tutta la sua famiglia sono stati posti in quarantena dal sindaco del comune irpino, che li invita per due settimane a non uscire di casa e a non avere contatti con altre persone.
Nei negozi e anche online mascherine e gel disinfettanti introvabili. E quando si trovano sono in vendita con rincari ingiustificati e definiti da molti “criminali”.

In Italia l’emergenza non è solo il Coronavirus. Ma è anche l’evidente mancanza di senso civico.

senso civico

Photo by Brad Helmink on Unsplash

Coronavirus in Italia: città isolate in Lombardia e Veneto.

I dati del Coronavirus in Italia sono in continuo aggiornamento. La mappa al momento in cui andiamo online riguarda principalmente 5 regioni italiane.

In Lombardia, nel lodigiano, il focolaio principale. Non si conosce ancora il paziente zero. L’uomo sospettato di aver innescato la catena è risultato negativo ai primi due test.
Collegati a questo focolaio alcuni casi di pazienti ricoverati in Piemonte.
Alcuni pazienti sono anche ricoverati a Piacenza.
Un altro focolaio è quello del Veneto, della città di Vo’ Euganeo. In questo caso non si conosce il paziente zero.
La quinta regione coinvolta è il Lazio. Allo Spallanzani di Roma sono ancora ricoverati i due cinesi provenienti da Wuhan, i primi pazienti trattati in Italia. Stanno meglio: l’uomo è risultato positivo al primo test. Il terzo paziente ricoverato, il ricercatore italiano rientrato dalla città epicentro in Cina e trasportato dalla Cecchignola (dove vengono portati i connazionali messi in quarantena al rientro da Cina, prima, e Giappone, poi, dalla nave da crociera Diamond Princess) allo Spallanzani è guarito. Ed è stato dimesso.

La situazione è in continuo aggiornamento. Seguire sul sito del Ministero della Salute e dell’ISS le informazioni utili è fondamentale, per non cadere nella disinformazione e nelle fake news che anche nell’emergenza Coronavirus in Italia corrono sui social.
Isolati 11 comuni, collegati ai due focolai (il lodigiano e la città veneta Vo’ Euganeo). Il decreto d’emergenza del governo stabilisce come dovranno comportarsi i cittadini coinvolti. Si stima una popolazione di circa 50mila persone.

Il decreto d’emergenza del governo.

Qui il testo completo del decreto d’emergenza del governo Conte, che prende alcune misure per difendere la salute dei cittadini italiani.

Articolo 1

Per evitare il diffondersi di epidemie nei comuni o nelle aree dove risulta positiva almeno una persona per la quale non si conosce la fonte di trasmissione, le autorità devono adottare tutte le misure di contenimento necessarie. Tra le misure previste:

  • Divieto di allontanamento dal comune o dall’area interessata da parte di tutti gli individui presenti all’interno.
  • E divieto di accesso al comune e all’area interessata.
  • Sospensione di manifestazione ed eventi di qualsiasi natura in luogo pubblico o privato.
  • Prevista anche la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado.
  • Sospensione dei servizi di apertura al pubblico di musei e altri luoghi di cultura.
  • Sospesi i viaggi di istruzione in Italia e all’estero.
  • Sospese le procedure concorsuali e le attività degli uffici pubblici, a eccezione dei servizi essenziali.
  • Applicazione della quarantena con sorveglianza attiva tra gli individui che hanno avuto contatti stretti con casi confermati.
  • Obbligo per chi è rientrato da zone a rischio identificate dall’Oms di comunicarlo al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria di appartenenza.
  • Chiusura di tutte le attività commerciali, a eccezione di quelle di pubblica utilità e dei servizi pubblici essenziali.
  • L’accesso ai servizi pubblici essenziali e agli esercizi commerciali per l’acquisto di beni di prima necessità deve essere condizionato all’uso di dispositivi di protezione individuale.
  • Limitazione all’accesso o alla sospensione dei servizi del trasporto di merci e persone terrestre, aereo, marittimo, ferroviario nazionale o locale.
  • Sospensione delle attività per le imprese, a eccezione di quelle che erogano servizi essenziali e di pubblica utilità.
  • Sospese le attività lavorative per i lavoratori residenti nel comune o nell’area interessata anche se si svolgono fuori dall’area indicata.

Art. 2

Le autorità competenti possono adottare altre misure di contenimento per prevenire la diffusione dell’epidemia, anche fuori dai casi all’articolo 1.

Art. 3

Le misure di contenimento degli articoli 1 e 2 sono adottate con decreto del Presidente del Consiglio dei inistri su proposta del ministro della Salute, ascoltati i ministri dell’Interno, della Difesa, dell’Economia e delle Finanze e gli altri ministri competenti, insieme al presidente della regione interessata o al presidente della Conferenze dei presidenti delle regioni, in caso l’emergenza riguardi più regioni.

Nelle more dell’adozione del decreto del presidente del Consiglio di cui al comma 1, nei casi di estrema necessità ed urgenza le misure di contenimento di cui agli articoli 1 e 2 possono essere adottate ai sensi dell’articolo 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, dell’articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, e dell’articolo 50 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

Sono fatti salvi gli effetti delle ordinanze contingibili e urgenti già adottate dal ministero della Salute ai sensi dell’articolo 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833.

Chi non rispetta le misure di contenimento è punibile ai sensi dell’articolo 650 del codice penale. Ove occorre le forze di polizia e le forze armate possono intervenire per assicurare l’esecuzione delle misure adottate

maschere

Photo by Museums Victoria on Unsplash

Senso civico, questo sconosciuto.

Se il presidente della Regione Lombardia Fontana a SkyTg24 ringrazia tutti i cittadini coinvolti dalle misure del decreto d’emergenza del governo Conte, che dovranno rimanere isolati e in quarantena nelle loro case, purtroppo ci arrivano notizie di cittadini italiani che non pensano al bene comune.
Avere senso civico significa capire che non siamo soli. Ma che facciamo parte di una comunità, in cui vivono tanti esseri umani collegati l’uno all’altro. La nostra vita è strettamente collegata con la vita delle altre persone che fanno parte della nostra stessa comunità.
Avere senso civico significa rispettare gli altri, rispettare la comunità in cui viviamo e sentirci parte integrante della stessa. Ed è strettamente collegato a un senso di responsabilità che ci impone di preoccuparci di ogni nostra azione. Per migliorare la società in cui viviamo.

Atti da lodare e atti da condannare.

Il presidente Conte più spesso si è appellato a questo senso civico. Così come i presidenti delle regioni coinvolte. Senso civico che avrebbe dovuto guidare le scelte di molti connazionali anche prima che scattasse l’emergenza vera e propria. E che oggi più che mai dobbiamo dimostrare di avere.

Mentre si diffondevano le notizie di cittadini cinesi che, rientrati in Italia, si mettevano volontariamente in quarantena, emergeva la notizia del presunto paziente zero lodigiano che, ritornato dal paese asiatico prima dei controlli più severi adottati dal nostro paese, non ha pensato di sottoporsi a test.
Un cittadino italiano proveniente dalla nave da crociera americana Westerdam in Cambogia e ritornato a Sanremo, dove risiede, si era messo in “auto quarantena”. Un gesto che può apparire scontato, ma che alla luce anche della “fuga” di un cittadino di Codogno non sembra essere condiviso.
Un 27enne di Codogno che avrebbe dovuto rispettare le indicazioni del sindaco della sua città e rimanere all’interno dell’area ha attraversato tutta l’Italia per raggiungere la famiglia in provincia di Avellino. Nessuno sapeva niente. Ma quando a Montefusco il sindaco ne è venuto a conoscenza, ha posto tutta la famiglia in quarantena.
Ora bisogna capire come sta il giovane e come ha raggiunto il suo paese. Una scelta sconsiderata.
Il Codacons denuncia: online mascherine in vendita a 40 euro (189 euro per le confezioni da 5 pezzi su Amazon) e Amuchina a prezzi incredibili, 22.5 euro contro i 3 euro pre emergenza Coronavirus (con un rincaro del 650%).

Atteggiamenti come quest’ultimo possono mettere a rischio le misure di contenimento prese dalle autorità competenti.
Il senso civico, la fiducia nella scienza, la collaborazione, l’unione, la solidarietà. Di questo abbiamo bisogno. Come abbiamo bisogno di evitare di diffondere il panico. Che può scatenare reazioni dove non solo scarseggia il senso civico, ma anche la razionalità.

Un uomo fa quello che deve – nonostante le conseguenze personali, nonostante gli ostacoli e i pericoli e le pressioni – e questo è la base di tutta la moralità umana.
(Winston Churchill)

Altro dall’autore:

About Author

Patrizia Chimera

Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Grande Fratello Vip, Tommaso Zorzi contro Alfonso Signorini: volano insulti - Leggo.it-Lecce, fermato il presunto omicida di Daniele De Santis ed Eleonora Manta: è uno studente 21enne che era… - Il Fatto Quotidiano-Amazon Prime Day: le date 2020 e tutte le offerte per l’Italia - QuiFinanza-Soriano show, Mihajlovic sorride: 4-1 del Bologna al Parma - La Gazzetta dello Sport-Trump: miliardario millantatore o grande evasore? Miti e realtà di un impero - Corriere della Sera-Focolaio di coronavirus al Genoa: 14 positivi tra calciatori e staff - Il Fatto Quotidiano-Coronavirus: Trump annuncia arrivo test rapido - Ultima Ora - Agenzia ANSA-Reddito di cittadinanza, si cambia: stretta sui furbetti che rifiutano il lavoro - Il Messaggero-Napoli, Milik è fuori dal progetto: ci pensa l'Everton, ma cambia la formula - Calciomercato.com-Sondaggi, Swg: “La Lega perde altri 2,5 punti. Ora il Pd è a meno quattro. Fdi a -0,2% da M5s” - Il Fatto Quotidiano
Top