A scuola ancora con la mascherina. Il 2021/2022 sarà ancora un Annus horribilis per gli studenti?

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

mascherina a scuola
Photo by Kelly Sikkema on Unsplash

In questi giorni stridono le immagini dei tifosi italiani in festa per le buone performance della nazionale agli Europei 2020. Assembramenti, niente dispositivi di protezione, noncuranza delle basilari norme di prevenzione contro un virus che non è ancora stato sconfitto. Fanno rabbia soprattutto dopo le ultime previsioni su quello che sarà il rientro a scuola dei nostri ragazzi nell’anno scolastico 2021/2022. Se i dati non dovessero migliorare, potrebbe essere ancora una volta un Annus horribilis per gli studenti di ogni ordine e grado.

Come si tornerà a scuola nell’anno scolastico 2021/2022

Ancora non c’è niente di certo, ma le voci suggeriscono un possibile anno difficile per tutti i ragazzi che frequentano la scuola. Dopo due anni di DAD e incertezze, a settembre non si sa ancora come si tornerà sui banchi nel terzo anno scolastico dell’era Covid-19.
Accantonati i banchi a rotelle e le barriere in plexiglass di cui si parlava a settembre 2020, si punta ovviamente a fornire agli alunni di tutti gli istituti ogni garanzia per tornare in classe in presenza. Ma tutto dipenderà dalla campagna vaccinale.
Il Comitato Tecnico Scientifico, infatti, ha già avvisato che se la situazione non cambierà per quello che riguarda l’immunità di gregge, allora si dovrà tornare alle vecchie regole. Mascherine durante le lezioni, distanziamento in ogni momento della giornata scolastica, quarantene di classe in caso di studenti positivi, controlli regolari, scuola a turni e persino la didattica a distanza.

studenti a scuola
Photo by Sincerely Media on Unsplash

La didattica a distanza sarà ancora l’incubo degli studenti italiani

La vita dietro a uno schermo che ha caratterizzato gli ultimi due anni di vita di molti ragazzi potrebbe tornare a settembre. Soprattutto per quello che riguarda gli studenti delle scuole superiori, che potrebbero rimanere ancora a casa a seguire le lezioni online. Il Cts ancora non può fare previsioni, ma se la situazione non cambierà e se la campagna dei vaccini non procederà più spedita anche in quella fascia d’età, l’ipotesi di fare turni e destinare parte dell’orario scolastico alle lezioni online è molto forte.

Il problema non sono solo i vaccini. Ma anche le cosiddette classi pollaio. In due anni di emergenza non si è fatto nulla per ridurre il numero di alunni per classe, con la conseguenza che l’unica soluzione possibile è quella di lasciare i ragazzi a casa. Mancano i docenti, mancano le aule, mancano idee per garantire ai ragazzi il diritto alla scuola in presenza.
Dal Governo sono arrivati dei fondi, ma non sono sufficienti a risolvere la questione.

ritorno a scuola
Photo by Thomas Park on Unsplash

I nodi che la scuola deve sciogliere

Oltre alle classi pollaio e alle aule che mancano, sono anche altri i problemi che già conosciamo da tempo ma che nemmeno la pandemia è riuscita a sciogliere.
Il sistema dei trasporti dei ragazzi a scuola non è adeguato. La capienza dei mezzi pubblici è stata ridotta, ma non sempre le regole vengono rispettate. Il rischio è che molti studenti rimangano a piedi. Dovendo seguire le lezioni da casa perché non si hanno le possibilità di raggiungere le scuole. La capienza dei mezzi oggi è all’80%, ma le aziende non aumentando le corse non garantiscono il giusto servizio a tutti gli alunni.

I vaccini anche per gli studenti non sono obbligatori, come sottolineato anche dal ministro Bianchi che aggiunge che si sta lavorando per far tornare a scuola anche i non vaccinati (non solo studenti, ma anche docenti e personale ATA che non ha aderito alla campagna di prevenzione).

Settembre non è poi così lontano. Quest’anno si arriverà preparati per garantire ai ragazzi il diritto alla salute e il diritto allo studio?

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome