Club e calciatori inglesi spengono i social per 4 giorni: «Non intervengono contro insulti e razzismo»