Joe Biden e Papa Francesco salveranno il mondo?

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 3 minutiIl mondo ha bisogno di una svolta green. Ne siamo tutti consapevoli. Greta Thunberg ha semplicemente tolto il velo a un problema che ci riguarda da vicino, ma che abbiamo sempre fatto finta di non vedere.

Nonostante l’urgenza e gli appelli degli scienziati che da anni non vengono ascoltati sul tema dei cambiamenti climatici, siamo ancora in una fase di stallo. Nessuno ha il coraggio di prendere decisioni forti e magari anche impopolari per avviare quella rapida virata verso la sostenibilità di cui il pianeta e l’umanità hanno bisogno.
Oggi c’è chi si interroga su chi potrebbero essere gli uomini e le donne forti pronti a prendersi questa responsabilità.
E c’è chi ipotizza che l’accoppiata Joe Biden e Papa Francesco potrebbe regalare un inaspettato miracolo verde.

Il messaggio di Papa Francesco a Joe Biden

Nel giorno dell’insediamento del 46esimo Presidente USA, Papa Bergoglio ha inviato un messaggio che è apparso come un’apertura verso una proficua collaborazione per costruire una società giusta, autentica e libera, nel rispetto della libertà e della dignità di ogni individuo.
«In un momento in cui le gravi crisi che devono affrontare la nostra famiglia umana richiedono risposte lungimiranti e unite, prego che le sue decisioni siano guidate dalla preoccupazione per la costruzione di una società caratterizzata da autentica giustizia e libertà, insieme al rispetto incrollabile dei diritti e della dignità di ogni persona, specialmente i poveri, i vulnerabili e coloro che non hanno voce».

Queste alcune delle parole del pontefice, che aggiunge anche come spera che il lavoro di Joe Biden possa aiutare a «promuovere la comprensione, la riconciliazione e la pace negli Stati Uniti e tra le nazioni del mondo al fine di promuovere il bene comune universale».

joe biden
Foto di Tibor Janosi Mozes da Pixabay

Il programma di Joe Biden e Kamala Harris è chiaro

La stessa Greta Thunberg aveva supportato la candidatura di Joe Biden e Kamala Harris alla presidenza a stelle e strisce, anche per dimenticarsi del predecessore, quel Donald Trump che sulle tematiche green, secondo gli esperti, ha compiuto molti passi falsi.

Nel programma elettorale del team democratico che ha vinto le Elezioni USA la lotta per l’ambiente è ampiamente presente: l’ex senatore del Delaware è un fervente attivista. Gran parte del programma è dedicato al tema della sostenibilità. E molti dei nomi scelti per affiancarlo nelle decisioni da prendere in questi 4 anni di presidenza hanno un’esperienza profonda nella lotta ai cambiamenti climatici.
I primi passi saranno inevitabilmente volti a porre rimedio alle scelte dell’amministrazione Trump. Cruciale il rientro nell’Accordo internazionale sul clima di Parigi, sottoscritto dai paesi di tutto il mondo per ridurre le emissioni di gas serra che provocano il riscaldamento globale. Ma il programma prevede anche un piano per ridurre a zero le emissioni del settore energetico entro il 2035 con processi di modernizzazione e impiego di fonti di energia pulita, come l’eolico e il solare.

miracolo green
Foto di JOHN TOWNER su Unsplash

Bergoglio-Biden, in arrivo un miracolo nella lotta ai cambiamenti climatici?

Timothy Naftali e Christopher White, rispettivamente professore associato clinico alla NYU (Wagner) e corrispondente per il National Catholic Reporter, su Foreign Policy (rivista statunitense dedicata alle relazioni internazionali) spingono a riflettere sul fatto che questa coppia potrebbe letteralmente “fare miracoli” per quello che riguarda il tema del cambiamento climatico.

Secondo i due analisti, Joe Biden, secondo presidente cattolico degli USA dopo John F. Kennedy, e il pontefice rivoluzionario, fortemente criticato per alcune sue parole e alcune sue scelte, potrebbero avere le carte in regole per essere promotori e ambasciatori di un cambio di rotta globale urgente. Entrambi credono che il dialogo tra scienza, politica e società debba essere proficuo per poter uscire da una situazione di impasse. Lo stesso Francesco ha riunito i migliori scienziati del mondo per avere un quadro dello stato di salute del nostro pianeta, coinvolgendo poi teologi per creare un documento che potesse spingere sempre più persone a preoccuparsi (e occuparsi) del clima.

Non è un caso che l’Enciclica Laudato Si’ sia uscita proprio nel 2015, anno degli Accordi di Parigi e della sottoscrizione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030. Un documento che potrebbe contenere la chiave necessaria per avviare davvero un processo di rivoluzione sul pianeta.

I giovani esigono da noi un cambiamento. Essi si domandano com’è possibile che si pretenda di costruire un futuro migliore senza pensare alla crisi ambientale e alle sofferenze degli esclusi.
Papa Francesco

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome