L’inquinamento spiegato ai bambini

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Nei disegni dei bambini il cielo è sempre azzurro, le nuvole sono grigie e la terra è ricoperta di un bel verde intenso.
Peccato che la realtà non sia quella che i piccoli immaginano nelle loro opere d’arte. Perché spesso il cielo è coperto da una cappa di inquinamento e di smog che non permette più di ammirare il suo colore.
Come spiegare l’inquinamento ai bambini?

Cos’è l’inquinamento

L’inquinamento è un problema molto grave, tipico dei paesi industrializzati e presente ormai in tutto il mondo.
Si manifesta quando nell’ambiente vengono introdotte, in modo diretto o indiretto, delle sostanze dannose o estranee che possono distruggere l’equilibrio naturale della terra. Provocando danni non solo all’ambiente, ma anche alla salute umana. L’ambiente non riesce a gestire queste sostanze, che accumulandosi possono innescare problemi di difficile soluzione.
Ci sono dei fenomeni naturali che lo possono causare, come gli incendi o le eruzioni vulcaniche. Anche se nella maggior parte dei casi e soprattutto nell’ultimo secolo è l’attività umana a essere la fonte maggiore.

Gli agenti inquinanti non vanno a causare squilibri solo nel luogo in cui sono stati rilasciati. Purtroppo viaggiano tramite l’aria, l’acqua, il terreno. E possono arrivare anche in zone considerate incontaminate. Ogni nostro gesto, anche se piccolo, ha ripercussioni pesanti su tutto il pianeta.

Forme di inquinamento

Esistono diverse forme di inquinamento.

  • Inquinamento termico, che si manifesta con l’innalzamento delle temperature di un ambiente. Può causare danni a tutto l’ecosistema.
  • Inquinamento acustico, che si registra soprattutto nelle grandi città. Le forme diffuse sono provocate ad esempio dal traffico, ma sono anche altre le fonti.
  • Inquinamento elettromagnetico, causato dai dispositivi elettrici. O anche dai telefoni cellulari.
  • Inquinamento indoor, provocato da sostanze tossiche presenti in ambienti chiusi. E più difficilmente individuabili.

L’inquinamento si suddivide, poi, in altre categorie, in base a cosa le sostanze introdotte dell’ambiente vanno a “sporcare”.

  • Inquinamento atmosferico, che coinvolge l’aria. Sicuramente quando pensiamo a questo problema dell’umanità, è il primo che ci viene in mente. Gas e polveri sottilissime immesse nell’aria provocano spesso una coltre irrespirabile. Industrie, impianti energetici, riscaldamento e traffico sono la causa.
  • Inquinamento idrico, che riguarda l’acqua, secondo veicolo di diffusione. L’acqua svolge costantemente un’azione autodepurativa, ma ci sono sostanze che, sciolte al suo interno, vanno oltre le sue capacità. L’acqua, evaporando e trasformandosi in pioggia, cade sulla nostra terra, sui campi coltivati, nelle falde acquifere. In un circolo vizioso pericoloso. L’acqua rappresenta la vita sulla terra.
  • Inquinamento marino, che colpisce mari e oceani. E di conseguenza ha un impatto fortissimo sulla salute dell’uomo.
  • Inquinamento del suolo, provocato da cause fisiche, come l’erosione e lo sfruttamento dei terreni, cause chimiche, come fertilizzanti e pesticidi, e altre cause derivanti da attività umane condotte senza criterio.

Quali danni crea l’inquinamento?

Ogni tipo di inquinamento provoca danni all’ambiente, visto che ne modifica il già delicato equilibrio. E abbiamo visto che crea danni non solo localmente, ma a livello globale, perché tutto sulla terra è collegato.
Dal punto di vista ambientale l’inquinamento svolge un ruolo fondamentale per quello che riguarda grandi problemi che l’umanità deve affrontare. Fusione dei ghiacciai, innalzamento dei livelli del mare, siccità, desertificazione, dissesto idrogeologico, eventi atmosferici sempre più forti e devastanti, scomparsa di molte specie animali e di molte piante.
L’impatto dell’inquinamento sulla terra ha effetti devastanti anche nella lotta contro i cambiamenti climatici che rendono il nostro pianeta sempre più a rischio. Per questo Greta Thunberg ogni venerdì sciopera insieme a tanti altri ragazzi e attivisti in tutto il mondo. Per chiedere una giustizia climatica. E un futuro alle nuove generazioni.

Tutti gli esseri viventi soffrono per l’inquinamento. Anche noi esseri umani. Perché siamo parte attiva di un grande ecosistema chiamato terra, dove tutto è interconnesso. Quindi se causiamo un danno al pianeta, lo causiamo a noi stessi.
Molti i problemi scatenati dallo smog che riguardano la salute. L’inquinamento atmosferico può causare danni all’apparato respiratorio ed essere pericolosissimo per chi soffre già ad esempio di asma. Inoltre recenti ricerche hanno scoperto che lo smog può causare danni anche a livello cardiopolmonare (quindi colpire cuore e polmoni). Ma l’esposizione a fonti inquinanti può anche avere risvolti da non sottovalutare sulla salute mentale delle persone.

L’inquinamento spiegato ai bambini: risorse, libri e video

A scuola e a casa si può sempre parlare di ambiente.
Molto utile questo progetto di educazione ambientale da svolgere durante l’anno.
E perché non leggere e inventare delle favole sull’ambiente?
In classe si può anche discutere del kit didattico di CESVI, dedicato alla sostenibilità.
Per l’inquinamento in casa, invece, l’ISS propone un opuscolo informativo dal quale possono nascere idee per progetti che coinvolgano le famiglie.
Tempo fa la provincia di Trento ha realizzato una guida che potrebbe essere ampiamente sfruttata.
L’Associazione A Sud – CDCA, inoltre, propone una serie di interessanti laboratori per bambini sul tema.

Molto utili anche i libri dedicati al tema.

  • Sybilla. L’odissea di una bottiglia di plastica
  • Il mio nome è Greta. Il manifesto di una nuova nazione, quella verde, quella dei ragazzi di tutto il mondo
  • Carlino nel regno dei 4 elementi. Un topolino coraggioso contro l’inquinamento del pianeta
  • Cartellino rosso all’inquinamento
  • C’era un’altra volta: La seconda vita dei rifiuti
  • Ricicliamo i rifiuti!
  • Storia dell’Immondizia: Dagli avanzi di mammut alla plastica riciclabile
  • Proteggiamo la natura!
  • L’ecologia spiegata ai bambini
  • Anche tu puoi… salvare il nostro pianeta

E, infine, dei video. Si parte dalle basi dell’ecologia:

Ma si parla anche di educazione ambientale.

Per andare poi nello specifico, con l’inquinamento dell’acqua

… o dell’aria.

Buona visione!

Altro dall’autore:

About Author

Patrizia Chimera

Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Sky Sport - Cristiano Ronaldo non giocherà a Benevento: turnover concordato con Pirlo, Bonucci ok - Tutto Juve-F1, GP Bahrain 2020: diretta delle prove libere a Sakhir. FP1 a Hamilton, Ferrari lontane - Sky Sport-Toscana torna zona arancione da venerdì 4: covid, parla Giani, "Più liberi fino a Natale" - LA NAZIONE-Addio a Daria Nicolodi, attrice ironica e raffinata, musa di grandi artisti - DiLei-Zaia: “Non ha senso rientrare il 9 dicembre. Il contagio a scuola esiste, ci sono i dati” - Orizzonte Scuola-GF Vip: la Gregoraci nella morsa delle accuse, Briatore a Dubai - Virgilio Sport-Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sul Covid-19 - Corriere della Sera-Coronavirus, l’annuncio di Conte: “Ore impegnative, valutata curva epidemiologica - Il Fatto Quotidiano-L'Aria che Tira, Matteo Bassetti contro Ilaria Capua: "È una veterinaria, prima di parlare bisogna avere competenze" - Liberoquotidiano.it-Calabria, Miozzo non sarà commissario alla Salute: salta la nomina - Corriere della Sera
Top