Educazione alla sostenibilità ambientale: a Milano il progetto per elementari e medie

In evidenza

Patrizia Chimera
Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

educazione sostenibilità ambientale
Photo by Caroline Hernandez on Unsplash

L’educazione alla sostenibilità ambientale inizia fin da piccoli. Con progetti mirati a casa e a scuola che devono coinvolgere le generazioni future. Per far comprendere a tutti, come ha sempre sostenuto Greta Thunberg, che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza. A Milano nelle scuole elementari e medie si darà il via a un percorso utile per comprendere quanto è importante proteggere il pianeta e cosa può fare ognuno di noi per dare il proprio prezioso contributo alla salvaguardia dell’ambiente.

Scuola Forestami, il progetto di educazione e formazione del Comune di Milano

Forestami è un importante progetto del Comune di Milano e dell’area metropolitana del capoluogo lombardo per riportare il verde negli spazi urbani. Oltre a sensibilizzare su questa aspetto, agendo in concreto piantando alberi che fanno respirare noi e fanno respirare il mondo, il progetto realizza anche percorsi formativi utili per apprendere buone norme di comportamento in difesa della natura.
A primavera scorsa i più piccoli erano stati coinvolti con la Caccia al Tesoro verde di Milano e il laboratorio on line Il Respiro del Pianeta. Eventi ai quali hanno partecipato 145 classi iscritte e 2.500 studenti di Milano e della Città Metropolitana. Oggi, invece, il progetto Scuola Forestami torna con un percorso di educazione ambientale. Il progetto è stato presentato in occasione della prima Fiera dell’educazione alla sostenibilità ambientale in Lombardia.

Scuola Forestami

Qual è l’obiettivo del percorso di educazione alla sostenibilità ambientale?

Nelle scuole si è tornato a parlare di cos’è la sostenibilità. Anche grazie al buon esempio di tanti maestri che hanno seguito le orme di Greta Thunberg e a un ritorno dell’educazione civica in classe che parla anche di ecologia. Ma c’è ancora molto da fare. E il progetto Scuola Forestami vuole aiutare i più piccoli a compiere un viaggio all’interno di tutto ciò che è sostenibilità.

Le attività proposte mirano a coinvolgere bambini, ragazzi, giovani, ma anche insegnanti e istituzioni scolastiche, per trasformare la città. E per far conoscere il programma di forestazione urbana che si è prefisso di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 nella Città Metropolitana di Milano.
Il progetto nelle scuole si avvale del sostegno dell’Amministrazione Comunale, che crede fortemente in questo percorso realizzato in collaborazione con associazioni del territorio e in partnership con AXA Italia. Per offrire ai più piccoli tanti eventi, iniziative, appuntamenti dedicati proprio alla sostenibilità, come sottolineato da Anna Scavuzzo, Vicesindaco e Assessore all’Istruzione del Comune di Milano.

«È fondamentale che i più piccoli imparino, stando a contatto con la natura e il verde, il rispetto per l’ambiente che ci circonda. All’indomani della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e dopo gli ultimi eventi atmosferici estremi che si sono registrati anche nel nostro Paese, è necessario impegnarsi ad ogni livello, anche locale. Per stimolare azioni di sensibilizzazione che tengano insieme l’educazione scolastica con quella ambientalista. I bimbi e l’amore per gli alberi rappresentano il nostro futuro. Solo se sapremo mettere al centro entrambi potremo metterlo in salvo. Per la nostra salvaguardia e per quella dei nostri figli».

Attività di educazione alla sostenibilità ambientale

Il programma di eventi del catalogo 2021/2022 del progetto Forestami è ricco di attività davvero interessanti per stimolare i più piccoli. Ci sono esperienze da fare, escursioni da intraprendere insieme, ma anche laboratori e attività ludiche, insieme a esplorazioni nella natura. Cci sono anche delle “uscite in foresta” (con visite a quattro cascine milanesi che si trovano ai quattro punti cardinali della città: Bosco in città, l’Abbazia di Chiaravalle, CasciNet e Parco Nord Milano). Per poter portare la scuola a contatto con la natura. Gli eventi riguardano non solo la città di Milano, ma anche tutta l’area metropolitana.
Non mancheranno anche dei laboratori, come “Il Respiro del Pianeta” a Oxy.gen, nei Giardini della Scienza di Parco Nord Milano, per una divulgazione scientifica collaborazione con Associazione Idea e Fondazione Zoè. Molto interessante anche la mostra didattica che permetterà di ricostruire gli ecosistemi forestali con pannelli didattici e realtà aumentata.

Fondamentale coinvolgere i bambini in queste attività stimolanti ed educative, con innovativi percorsi didattici e di educazioni civica dedicati. Così da seminare oggi conoscenze che in futuro diventeranno utili per proteggere il pianeta e per sensibilizzare sempre più persone sull’argomento della riforestazione.

- Pubblicità -spot_imgspot_img

Commenta

Perfavore inserisci un commento!
Nome

- Pubblicità -spot_img

Correlati