Come spiegare i cambiamenti climatici ai bambini. Strumenti utili per genitori e insegnanti

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

I  bambini non possono capire temi così grandi come quelli legati all’ecologia o al cambiamento climatico. Quelli scesi in piazza sicuramente sono stati manipolati. I bambini vengono usati dai grandi. La stessa Greta Thunberg è manipolata come un robot (a dirlo è la iena Nadia Toffa, ma non solo lei, purtroppo). È impossibile che abbiano una coscienza che li porti a lottare per il loro futuro. Che pensassero solo a studiare e ad andare a scuola (Marco Bussetti, Ministro per l’Istruzione).

Quante ne abbiamo lette di idiozie di questo tipo negli ultimi giorni? Da quando c’è stato lo sciopero globale per il clima e da quando anche in Italia sono nati i gruppi locali di Fridays For Future, gli italiani hanno dato il peggio di loro. Criticando e a volte insultando bambini e ragazzi che scendevano in piazza per chiedere che si faccia qualcosa oggi per non dover piangere domani una Terra al collasso. Ma non perché qualcuno li ha manipolati o ha messo loro strane idee in testa. Loro quella testa la sanno usare, a differenza di molti adulti. Sì, anche di chi ci governa.
I bambini sono consapevoli di quello che accade. E usando gli strumenti giusti, possono benissimo farsi da soli un’idea di quello che sta accadendo. Strumenti che anche alcuni “grandi” potrebbero trovare utili.

bambini iimmersi in un ambiente apocalittico

Photo by Annie Spratt on Unsplash

Cambiamenti climatici: come parlarne a scuola e a casa.

A scuola si può già fare molto. I libri di scienza di solito contengono interi capitoli dedicati all’ecologia e ai buoni comportamenti da adottare. E sono tanti i maestri che insegnano ai bambini il rispetto per l’ambiente. Non imponendolo, ma facendo capire loro quanto sia importante fare qualcosa, ognuno nel suo piccolo: fare la raccolta differenziata in classe, portare merende con poca plastica intorno, borracce riutilizzabili al posto di bottiglie di plastica, stoviglie non usa e getta. Magari un piccolo orticello per parlare di difesa della biodiversità.
Pratiche virtuose che si adottano già a partire dall’asilo.
Anche a casa si può lavorare bene. Il buon esempio dei grandi non deve mai essere sottovalutato. Fare la raccolta differenziata e rispondere alle domande dei bambini è fondamentale. Così come è importante farsi trovare preparati. Perché i piccoli non si accontentano mai di risposte evasive. Vogliono capire, per loro il rapporto causa-effetto è fondamentale per poter memorizzare ciò che è importante. Non come una lezioncina imparata a memoria. Ma come concetto da apprendere in profondità.
Per aiutare nel compito, il materiale da utilizzare è molto. Non abbiamo che l’imbarazzo della scelta.

cambiamenti climatici

Photo by Harrison Moore on Unsplash

Cambiamenti climatici: video per bambini.

Sicuramente video, cartoni animati, film, documentari sono il modo più veloce ed efficace per spiegare ai bambini cosa succede se la Terra si scalda troppo. Quali sono le cause e quali le possibili conseguenze. La rete è piena di risorse da utilizzare.

La Nasa propone per i bambini un mini sito ricco di animazioni e video che parlano di cambiamenti climatici, domande fondamentali sulla Terra, acqua, energia, piante, animali. Di tutto un po’. E sono fatti veramente bene. Ovviamente è in inglese. Ma è una buona scusa per fare lezione di scienze e di lingua straniera insieme. Sempre in inglese, ma facile da seguire, un video che spiega il Global Warming.
Su Youtube si può trovare un video che spiega perfettamente cos’è il cambiamento climatico. E questa volta in italiano. Mentre questo filmato spiega perfettamente e brevemente l’effetto serra. Tema affrontato anche dall’ESA insieme al piccolo alieno Paxi.
In italiano anche il video di Legambiente che intervista il climatologo Filippo Giorgi. Magari per bambini più grandicelli.
Mentre su RaiScuola un filmato relativo a un progetto promosso dal CNR, affrontato proprio dai ragazzi che hanno studiato la relazione tra l’inquinamento e i cambiamenti climatici.
Filmati come questi sono molto utili, per far capire anche ai bambini che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza.

Home, invece, è un documentario della durata circa di un’ora e mezza che tramite parole e immagini riesce a lasciare molte informazioni utili per capire l’argomento. Anche Before the flood di National Geographic aiuta a capire quello che sta succedendo sulla terra. E cosa dobbiamo fare per evitarlo.

Materiale didattico per la scuola, mappa del mondo

Photo by Lonely Planet on Unsplash

Cambiamenti climatici: esperimenti sul clima per bambini e giochi da poter fare.

E perché non far sperimentare loro cosa significa il clima che cambia? Su Youtube possiamo trovare due esperimenti sull’effetto serra (qui il primo e qui il secondo) condotti direttamente dai ragazzi, da replicare subito nell’ora di Scienze. Mentre l’Istituto Comprensivo Bovino insegna come creare una serra per vedere quello che succede nel mondo.

Disponibile online anche un laboratorio con tante idee per esperimenti scientifici da proporre anche ai bambini più piccoli. Mentre l’associazione marocchina Les Petits Debrouillardes, in occasione della COY13Conferenza of Youth, ha presentato degli esperimenti intuitivi che spiegano l’innalzamento delle temperature e del livello del mare, l’acidificazione degli oceani e le sue conseguenze.

Ci sono anche dei giochi che possiamo utilizzare. Come questo kit che aiuta a capire come cambia  il clima e come noi possiamo cambiare le cose. Footprintcalculator, invece,  è una simulazione: per capire qual è il nostro impatto sul pianeta. Poche e semplici domande (sempre in inglese), per far capire ai bambini (e non solo a loro) che ogni scelta su questa terra ha una conseguenza. Nel bene e nel male.

Cambiamenti climatici: schede didattiche.

Schede didattiche per la scuola primaria, ma anche per le medie e per le superiori, sono largamente presenti in rete. Si possono scaricare e utilizzare fin da subito.

Un ecosistema in pericolo di Francesco Calliero è uno schema molto utile per comprendere i cambiamenti in corso sul pianeta.
Urban Water Footprint, invece, è una bellissima grafica che spiega qual è l’impronta idrica degli alimenti che portiamo in tavola, ovvero quanta acqua è necessaria per la loro produzione. Una foto che è un buon punto di partenza per un dibattito in classe o a casa.
Interessante questa presentazione che racconta tutto quello che c’è da sapere sul cambiamento del clima. O questo contributo del Comune di Caorle che parla dello scioglimento dei ghiacci.
L’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale , propone un kit di gioco per parlare di cambiamenti climatici. Perché sappiamo che giocando si impara meglio.
Tanto materiale a disposizione degli insegnanti anche all’interno del Progetto Smilla. O sul sito di ADI Scuola. Mentre questo percorso didattico disponibile online permette ai docenti di impostare un discorso più ampio sull’ecologia.
Qui si può poi scaricare un kit didattico gratuito su giustizia ambientale e cambiamenti climatici, proposto dal CIES onlus di Roma, capofila del progetto europeo SAME WORLD (l’acronimo S.A.M.E. sta per Sostenibilità, Consapevolezza, Mobilitazione, Ambiente).

E perché, invece, non spiegare e proporre ai bambini la #EgoEcoChallenge? Da un lato le azioni che non fanno bene alla natura, atti puramente egoistici da abbandonare subito. Dall’altro i comportamenti eco friendly che tutti dovremo perseguire. Non siamo perfetti. Ma possiamo ammettere di sbagliare. Condividendo un comportamento Ego e uno Eco, spiegando perché il primo fa male e il secondo fa bene. Così i bambini imparerebbero le buone norme che rispettano l’ambiente e potrebbero spiegare a tanti adulti quali sono i comportamenti virtuosi da seguire e quali quelli dannosi da abbandonare subito.

Cambiamenti climatici: libri di ecologia e scienza per bambini.

E potevano mancare i libri? Eccone una selezione da leggere tutti insieme.

  • Il Clima che cambia di Roberto Luciani pubblicato da Giunti nella collana Progetti Educativi
  • Un pianeta da salvare. Guida al cambiamento climatico di André Pessoa edito da DeAgostini nella collana Ragazzi
  • Il Clima di Daniele Pernigotti edito da Giunti Junior nella collana Animali e natura
  • Clima. Il pianeta che cambia. Il futuro è già qui. Edizione illustrata edito da Touring nella collana Divulgazione e illustrati Touring
  • Uffa che caldo! Come sarà il clima del futuro? E come possiamo limitare i danni? di Luca Mercalli con illustrazioni di A. Lotti e P. Anastasiedito da Mondadori Electa nella collana Electa Kids
  • Che cos’è il global warming? di Antonello Provenzale e Annalisa Losacco con illustrazioni di G. D’Anna Lupo edito da Editoriale Scienza nella collana A tutta scienza

Non abbiamo più scuse: il materiale c’è, usiamolo. E usiamolo bene. I ragazzi chiedono risposte per il loro futuro. Spetta a noi aiutarli in questo cammino che porterà le nuove generazioni e quelle future verso una consapevolezza che è mancata a quelle precedenti. E che potrebbe fare la differenza tra un pianeta in salute e un pianeta malato, ormai terminale. 

Altro dall’autore:

About Author

Redazione i404

i404 racconta com'è cambiato il mondo e dove sta andando. Quello che raccontiamo è un’opportunità.


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

Top