L’amore ci salverà dai cambiamenti climatici?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

San Valentino. Festa degli innamorati e dell’amore.
E se per una volta provassimo a festeggiare quello che di più importante abbiamo?
Non ce ne vogliano partner, figli, famigliari, amici, pelosi. È la Terra l’essere vivente che più di tutti merita il nostro amore. E il nostro rispetto.

Non solo il 14 febbraio. Ma tutto l’anno.

Amore per la Terra

Photo by Roman Kraft on Unsplash

Tutti abbiamo bisogno d’amore.

All you need is love. Love is all you need. Lo cantavano i Beatles. Ma lo sostengono anche i grandi filosofi della storia. E lo confermano ricerche scientifiche di ieri e di oggi.
L’essere umano ha bisogno di amare e di essere amato. È l’ossigeno per la sua anima. Il nutrimento per il suo cuore. L’amore per ogni essere umano è come il sole e l’acqua per una pianta. È la sua stessa fonte di vita.

L’amore è quello di cui ha bisogno un bambino appena nato. È la cura di cui ogni essere vivente ha necessità per sentirsi meno solo in un mondo che va sempre di corsa. I grandi scrittori lo hanno celebrato in ogni sua più piccola sfaccettatura. E oggi sappiamo che l’amore spesso è il motore che manda avanti le nostre vite. Che ci rende felici e che dà un senso a ogni nostro giorno.
Può essere l’amore per il partner. O quello infinito per i propri figli. Può essere l’amore per i propri genitori. Ma anche quello per fratelli, sorelle o parenti con cui si è cresciuti e si condivide un legame stretto. L’amore per gli amici che scegliamo come compagni di avventura su questa terra. E, perché no, anche per gli animali domestici che riempiono le nostre vite e le nostre giornate di affetto incondizionato.

E poi esiste un altro grande amore. Che forse dovrebbe venire prima di tutto. È l’amore per la nostra Terra. A lei dovremmo volgere i nostri pensieri. Le nostre attenzioni. Il nostro affetto. Ogni giorno. Perché è lei a darci la vita, le risorse per sopravvivere, le meraviglie da ammirare in un pianeta che non chiede altro che essere rispettato.
Peccato che quando si parla d’amore quello per l’ambiente non sia mai menzionato.
E allora noi vogliamo ricordarlo proprio nel giorno di San Valentino. Nel giorno in cui si celebra l’amore. E che proprio la disattenzione verso la difesa dell’ambiente potrebbe mettere a rischio.

Amore

Photo by Jason Leung on Unsplash

Cambiamenti climatici VS San Valentino.

La festa di San Valentino messa a rischio dai cambiamenti climatici che, dunque, sarebbero più forti dell’amore?
A lanciare l’allarme è il sito di Earth Day, il Giorno della Terra. Se il pianeta si riscalda molti dei simboli della festa degli innamorati, che solo negli Stati Uniti genera un giro di affari di 27 miliardi di dollari, sarebbero a rischio. O non più sostenibili.
Se a San Valentino siete soliti regalare mazzi di fiori, in particolari di rose, perché simbolo dell’amore eterno, sappiate che questo dono può costare caro alla Terra. Secondo la Society of American Florists nel 2018 solo per il 14 febbraio sono state prodotte 250 milioni di rose. Negli Stati Uniti sono fiori spesso importati, con volumi davvero impressionanti. Alle emissioni di CO2 prodotte per i loro viaggi dobbiamo aggiungere quelle dei gas serra utilizzati per refrigerare le rose e mantenerle fresche più a lungo. Senza dimenticare tutta quella plastica che le avvolge.
Un regalo romantico per chi si ama, ma terrificante per l’impronta che lascia sul pianeta.

A rischio anche altri simboli dell’amore. Questa volta legati a quello che amiamo condividere in cenette romantiche organizzate per celebrare San Valentino.
Se il mondo superasse il tanto temuto surriscaldamento di 2°C, metà delle regioni viticole nel mondo sparirebbero, come emerso da una recente ricerca. Quattro gradi in più di riscaldamento farebbero sparire l’85% del suolo che oggi produce vino.
L’uva risente molto delle variazioni di temperatura. Tanto da essere considerata una coltura campanello d’allarme per gli effetti dei cambiamenti climatici.

Ci possiamo consolare con il cioccolato. No, perché anche lui sarà a rischio. Il cacao cresce in ecosistemi che si trovano nelle fasce climatiche vicine all’Equatore. Che oggi sono colpite dalla siccità. Gli alberi di cacao stanno morendo. Entro il 2050 si stima che il 90% delle aree che oggi ospitano coltivazioni di cacao non saranno più adatte alla crescita di questa pianta.

San Valentino

Photo by Cathal Mac an Bheatha on Unsplash

Dichiarazione d’amore a Madre Natura.

Nel giorno degli innamorati, in cui si celebra il santo che protegge chi ama e chi è amato, noi ricordiamo Madre Natura.
Non regaliamo fiori, ma alberi da donare al pianeta e alle future generazioni. Se ogni persona che ha in mente di regalare fiori a San Valentino piantasse un albero, potremmo sperare di vivere in un mondo dove l’aria è più respirabile. In un mondo più verde e sano per tutti.
Celebriamo l’amore per la nostra casa comune, per la nostra grande famiglia che è il pianeta terra, con le parole di Lord Byron, che arrivano dritte al cuore. E che speriamo si tramutino in azioni concrete per difendere il bene più prezioso che abbiamo. E del quale non ci prendiamo abbastanza cura.

Vi è un incanto nei boschi senza sentiero.
E vi è un estasi sulla spiaggia solitaria.
Vi è un asilo dove nessun importuno penetra
in riva alle acque del mare profondo,
e vi è un armonia nel frangersi delle onde.

Non amo meno gli uomini, ma più la natura
e in questi miei colloqui con lei io mi libero
da tutto quello che sono e da quello che ero prima,
per confondermi con l’universo
e sento ciò che non so esprimere
e che pure non so del tutto nascondere.

Altro dall’autore:

About Author

Patrizia Chimera

Giornalista pubblicista di attualità e lifestyle. Spirito zen, curiosità innata, ama sempre mettere tutto in discussione


COMMENTA CON FACEBOOK




Lascia un commento

RILEGGI LIVE - Gattuso: "Falsità sul litigio! Giocare benissimo non basta, serve cattiveria!",... - Tutto Napoli-Filippo Oggioni e il Vecchio Ristoro ottengono la stella Michelin - AostaSera-Sportmediaset - Juve-Dybala, non ci siamo: la Joya è diventata un problema - Tutto Juve-Istruttoria Antitrust su Benetton: “Abuso di dipendenza economica nel franchising” - Il Fatto Quotidiano-Stefano D'Orazio, Roby Facchinetti al Costanzo Show: "Le ultime parole, prima di morire". La più straziante delle beffe - Liberoquotidiano.it-Cosa si sa del monolite trovato nello Utah - Il Post-Covid Toscana: nuovi contagi stabili (con più tamponi). Giani: "986 nelle ultime 24 ore" - LA NAZIONE-Ibra: 'Infortunio? Niente di grave, una o due settimane. Primi mesi difficili, il Milan voleva cambiare filosofia. Sul futuro...' - Calciomercato.com-Sul fronte delle scuole riaperte il PD si spacca: “Se il rientro funziona sarà merito solo di Azzolina” - Orizzonte Scuola-Covid: Speranza, il 2 dicembre presento il piano vaccini - Sanità - Agenzia ANSA
Top